Innovazione

Ericsson spingerà sul 5G puntando su Cradlepoint negli Usa

di

5g covid-19

5G, perché Ericsson acquista la statunitense CradlePoint

 

Ericsson acquisirà Cradlepoint, il leader di mercato nelle soluzioni Wireless Edge WAN 4G e 5G per il segmento Enterprise con sede negli Stati Uniti.

Lo comunica il produttore svedese di apparecchiature tlc in una nota spiegando che “l’investimento è fondamentale per la strategia di Ericsson di conquistare quote di mercato in un mercato in rapida espansione come il 5G per il business. Cradlepoint integra l’attuale portafoglio 5G di livello Enterprise di Ericsson, che include le Reti Private e una piattaforma IoT globale”.

Il corrispettivo economico dell’acquisizione valorizza la società americana 1,1 miliardi di dollari e il closing dell’operazione è previsto entro la fine del quarto trimestre 2020.

I DETTAGLI SULL’ACCORDO

L’accordo “crea nuovi preziosi flussi di entrate per i clienti” e si prevede che si concluda nel quarto trimestre, soggetta all’autorizzazione della fusione. Lo ha dichiarato la società con sede a Stoccolma.

Si tratta dell’acquisizione più grande da più di un decennio per Ericsson, ricorda Reuters. L’ultimo grande affare di Ericsson è stato nel 2007, quando ha acquistato il fornitore di apparecchiature per reti di dati Redback Networks per 2,1 miliardi di dollari.

CradlePoint continuerà a operare con il proprio marchio, come sussidiaria di proprietà di Ericsson. I suoi 650 dipendenti “rimarranno all’interno dell’azienda”, che entrerà a far parte della Business Area Technologies & New Businesses di Ericsson.

COSA FA CRADLEPOINT

La società statunitense fondata nel 2006, rivale di Cisco, ha registrato vendite per 1,2 miliardi di corone (137 milioni di dollari) nel 2019, con un margine lordo del 61%. Ericsson stima che le entrate di Cradlepoint saranno di circa 1,6 miliardi di corone quest’anno.

LA STRATEGIA DI ERICSSON

Ericsson ha affermato che CradlePoint è “fortemente posizionato” in un mercato che ha una crescita sottostante di circa il 25-30%.

Ma se Cradlepoint si è concentrato principalmente sul mercato statunitense, Ericsson mira a portare i prodotti al di fuori del Nord America e prevede di mantenerlo come attività autonoma con il proprio team di vendita.

Come ha ricordato Bloomberg, Borje Ekholm, ceo di Ericsson, ha sempre affermato che le acquisizioni sono “parte integrante” della sua strategia 5G.

LA CORSA AL 5G CONTRO NOKIA E HUAWEI

Ericsson, insieme alla finlandese Nokia e alla cinese Huawei, sta gareggiando infatti per fornire l’apparecchiatura indispensabile al dispiegamento della tecnologia 5G.

LE QUOTE DI MERCATO: CHI HA LA FETTA PIÙ GRANDE PER ORA

Secondo la società di ricerca Dell’Oro Group, il leader del mercato resta il colosso cinese Huawei (nonostante le pressioni statunitensi per escluderlo dal settore) con il 28%, seguito da Nokia con il 16% e Ericsson con il 14%. Seguiti da Zte con il 10% e Cisco con l’8%.

C’è infine anche Samsung che sta cercando di guadagnare terreno nel settore. Ma il colosso sudcoreano ha però una presenza globale relativamente piccola nel mercato delle apparecchiature per tlc con una quota del 3% nel 2019.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati