skip to Main Content

Difesa, ecco perché Mbda attacca la Commissione Ue

Mbda

Mbda presenta ricorso di annullamento a Bruxelles sull’assegnazione del programma Edf per lo studio e la dimostrazione di un nuovo intercettore endo-atmosferico contro le minacce ipersoniche assegnato al consorzio guidato dalla spagnola Sener 

 

Mbda non ci sta: presentato ricorso di annullamento alla Commissione europea contro l’assegnazione del progetto del razzo ipersonico europeo.

Lo ha rivelato il quotidiano francese La Tribune. La Direzione Generale Industria e Spazio di Bruxelles ha assegnato al consorzio guidato dalla spagnola Sener il progetto Eu Hydef (European Hypersonic Defence Interceptor), tra i programmi più strategici e rilevanti della prima tornata Edf (European Defence Fund).

Sconfitto quindi Mbda, gruppo missilistico europeo composto da Airbus (37,5%), BAE Systems (37,5%) e Leonardo (25%).

“Il programma, denominato European Hypersonic Defence Interceptor (EU HYDEF) e legato al programma PESCO TWISTER (Timely Warning and Interception with Space-based TheatER surveillance), è assolutamente strategico e molto robusto sul piano finanziario, 100 milioni di euro” sottolineava ad agosto Pietro Batacchi direttore di Rid.

Questo progetto deve sviluppare un intercettore europeo (maggiore di Mach 5) con la capacità di rispondere alle minacce ipersoniche. “Si tratta di un programma importante in termini di capacità operativa per l’Europa. Soprattutto da quando la guerra in Ucraina ha brutalmente confermato la minaccia ipersonica” commenta il quotidiano francese.

A fine luglio la Commissione europea ha annunciato i risultati dei bandi del Fondo europeo per la difesa (Edf) e ha selezionato il consorzio guidato dal gruppo spagnolo Sener (presente la tedesca Diehl).

Secondo fonti de La Tribune, Mbda ha proposto ricorso di annullamento alla fine della scorsa settimana presso la Commissione Europea dopo aver valutato per diverse settimane se per avviare questa azione. Interpellato dalla testa, il gruppo guidato da Eric Beranger ha confermato di aver intentato un’azione di annullamento.

Tutti i dettagli.

IL PROGETTO EU HYDEF

Il programma EU HYDEF (European Hypersonic Defence Interceptor), legato al progetto PESCO Twister riguarda lo sviluppo di un intercettore europeo in grado di contrastare le minacce del 2035 ed oltre, sistemi d’arma e sensori.

“Il progetto dovrà tradursi nello sviluppo di un concetto, attività di mitigazione del rischio e nella dimostrazione di un intercettore endo-atmosferico costo-efficace in grado di operare a diverse altitudini, comprendente caratteristiche aerodinamiche e superficie di controllo del volo per un’elevata manovrabilità, concetti di guida altamente agili ed avanzati sensori di guida” spiega AnalisiDifesa.

l programma durerà 36 mesi e costerà quindi circa 110 milioni di euro. L’Ue contribuirà allo sforzo con un massimo di quasi 100 milioni di euro.

AGGIUDICATO DAL CONSORZIO GUIDATO DALLA SPAGNOLA SENER

Dunque a luglio Bruxelles ha assegnato il programma al consorzio guidato dalla spagnola Sener Aerospacial, in partnership con la tedesca Diehl Defence. Altri undici partner fanno parte del consorzio: Navantia; Escribano Mechanical and Engineering, GMV Aerospace and Defence, Instalaza SA e Instituto Nacional de Técnica Aeroespacial Esteban Terradas del Ministero della Difesa in Spagna; Instytut Techniczny Wojsk Lotniczych e Varsavia Institute of Aviation in Polonia; L.K. Engineeering Sro della Repubblica Ceca; il norvegese Nammo; Ruag Space in Svezia e il gruppo belga Sonaca.

LA DEBACLE DI MBDA

Una sconfitta quindi per il consorzio capeggiato da Mbda, che aveva riunito 51 aziende di 14 paesi diversi e che soprattutto riunisce le competenze più importanti in Europa nel campo dell’ipersonico, in particolare in Francia e in Italia attraverso il programma SAMP/T .

“È quanto meno discutibile, infatti, che il Consorzio guidato da Mbda sia arrivato secondo e sia al momento fuori da questo progetto. Ora, va bene voler assicurare una solida base industriale in tutta Europa, con occhio alle PMI, ma nel caso di un programma con questa valenza strategica bisogna guardare ha chi ha capacità consolidate nel settore come, appunto, MMbdaBDA che, ad oggi, è l’unica azienda in Europa che può vantare una solida esperienza nell’antimissile grazie a programmi quali il SAMP/T ed il SAMP/T NG, e agli intercettori della famiglia ASTER” ha commentato il direttore di Rid Batacchi.

COSA SOSTIENE IL COMMISSARIO UE BRETON

E a distanza di qualche mese il gruppo missilistico europeo ha deciso di depositare il ricorso di annullamento contro la decisione della Commissione europea.

Come nota La Tribune, l’azione arriva quando il commissario europeo Thierry Breton, responsabile tra gli altri dello spazio e della difesa, sta valutando la possibilità di avere due fonti per l’intercettore europeo ipersonico. In un’intervista recente a La Tribune, il commissario francese ha dato la sua visione di questo dossier: “Se mi chiedi – e qui parlo a titolo personale – se è un argomento strategico, rispondo di sì. Se mi stai chiedendo se è così strategico che forse hai bisogno di avere due fonti, sono abbastanza vicino a pensarlo. Ancora una volta, questo è un tema assolutamente strategico per l’Europa. Pertanto, la domanda meriterà indubbiamente di essere posta a tempo debito”.

 

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie da EnergiaOltre!

Errore

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie da EnergiaOltre!

Errore