skip to Main Content

Chi comprerà Piaggio Aerospace

Piaggio Aerospace

Una cordata nordeuropea e italiana in pole position per l’acquisto dell’azienda aerospaziale ligure

Giunge alla fase finale la vendita di Piaggio Aerospace.

Il commissario straordinario dell’azienda, Vincenzo Nicastro, ha individuato il soggetto per negoziare in esclusiva la cessione della società di Villanova d’Albenga (Savona).

Si tratta della cordata  italoscandinava, formata, come ha rivelato La Repubblica, dal fondo svedese Summa Equity (capofila) insieme a tre soggetti industriali che operano nel settore aeronautico: la norvegese Heart Aviation, la AgTech (con sedi a Genova e Savona) e la genovese Phase Motion Control (che, tra l’altro, opera nello stesso edificio dove si trovava la vecchia sede di Piaggio Aero nel capoluogo ligure).

“Ma non mancano le incognite” sottolinea Il Sole 24 Ore. “A metà settembre si è chiusa infatti la finestra di negoziazione in esclusiva per la consegna dell’offerta vincolante su Piaggio da parte della newco. L’offerta, peraltro, al momento non è ancora stata presentata e il commissario potrebbe, quindi, riaprire il tavolo con gli altri potenziali acquirenti”.

Nel frattempo prosegue l’attività per l’azienda di Villanova. Come ha annunciato Christian Venzano, segretario generale Fim Cisl Liguria, il Mise acquisterà sei aerei P-180 di Piaggio Aerospace. La commessa arriva dopo i due contratti dagli Stati Uniti e il nuovo contratto dall’Esercito conclusi lo scorso aprile.

Tutti i dettagli sul gruppo che potrebbe acquisire Piaggio Aerospace.

L’AZIENDA COMMISSARIATA IN VENDITA

Finita in amministrazione straordinaria a dicembre 2018 per la decisione del socio di controllo, il fondo Mubudala di Abu Dhabi, Piaggio Aerospace è ora in vendita.

A febbraio 2020 il commissario straordinario Nicastro, nominato dal governo, ha lanciato il bando di gara internazionale per la cessione dei complessi aziendali della società, invito cui hanno risposto 19 soggetti.

QUATTRO SOGGETTI IN LIZZA PER L’ACQUISIZIONE

Sono quattro i soggetti che hanno risposto positivamente all’invito a presentare offerte non vincolanti per l’acquisizione dei beni aziendali di Piaggio Aero Industries e Piaggio Aviation, le due società in amministrazione straordinaria che operano sotto il marchio Piaggio Aerospace.

Questa estate il commissario Nicastro in collaborazione con un team di esperti ha valutato le proposte, giunte sul tavolo entro il termine del 5 marzo.

Dopodiché, dopo aver ottenuto dal Mise l’autorizzazione ad avviare trattative individuali con il potenziale investitore ritenuto più idoneo, Nicastro ha deciso di concentrare la sua attenzione sulla proposta della cordata guidata da Summa equity.

QUALI SONO LE SOCIETÀ DELLA CORDATA SELEZIONATA DAL COMMISSARIO

“Il prossimo e ultimo passo è la consegna da parte della maxicordata dell’offerta vincolante che, se accolta, può portare alla cessione dell’azienda” ha riportato Repubblica.

Come dicevamo a guidare la cordata è il fondo di private equity svedese Summa Equity. Ne fanno parte: tre player industriali: la svedese Heart Aviation e le italiane Phase Motion Control e AgTech.

COSA FA LA SVEDESE HEART AVIATION

Si tratta di un’azienda con sede in Svezia che sta lavorando allo sviluppo dell’ES-19, un aereo elettrico da 19 posti pensato per voli a corto raggio visto che possiede un’autonomia sino a 250 miglia (circa 400 km). Il debutto sul mercato è atteso per il 2026. La società ha ottenuto finanziamenti da Breakthrough Energy Ventures, United Airlines, Mesa Air Group ed EQT Ventures.

PHASE MOTION CONTROL

La società Phase Motion Control Spa, impresa hi-tech di medie dimensioni con sede a Genova (nell’area dell’ex stabilimento Piaggio Aerospace), è attiva nel settore della meccatronica avanzata e guidata da oltre 30 anni dall’Ing. Marco Venturini.

È specializzata in servomotori e controllo dell’energia.  “Oltre a lavorare con i cinesi per le auto – aveva raccontato a Repubblica Venturini lo scorso dicembre – stiamo investendo nei motori elettrici per aereotaxi, per aerei di linea, per droni adibiti al trasporto merci, e aerobus a decollo verticale”

AGTECH

Infine, compone la triade delle industrie presenti nella cordata di Summa Equity la AgTech, azienda attiva nel campo dell’ingegneria dell’aviazione.

Come si legge sul sito web, “a società nasce nel 2001 per iniziativa dei tre soci fondatori Giuseppe Ottonello, Roberto Mairo e Alessandro Ferretto.

SCADUTA L’ESCLUSIVA ALLA CORDATA GUIDATA DA SUMMA EUITY

Tuttavia, la finestra di “negoziazione in esclusiva” con la cordata italoscandinava è appena terminata senza che sia stata formalizzata l’offerta vincolante.

“Ciò significa che il commissario è libero, se lo ritiene, di aprire altri tavoli” spiega Repubblica. “Questo ovviamente non pregiudica nulla per la cordata nordeuropea e italiana che è stata scelta proprio per il valore complessivo della sua offerta, non solo economica, ma anche progettuale e occupazionale”.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore