Innovazione

Che cosa succede ai chip di Renesas?

di

L’incendio accaduto venerdì ha carbonizzato un’ingente quantità di materiali all’interno della filiale produttiva di proprietà di Renesas Electronics, sita ad Hitachinaka, nel nord-est di Tokyo. L’articolo di Giuseppe Liturri

 

Non sembrano avere fine i guai per le filiere dell’approvvigionamento mondiale: un incendio in uno stabilimento in Giappone aggrava la carenza di chip per il settore automobilistico (Wall Street Journal del 23 marzo)

Un incendio scoppiato all’interno di un sito produttivo di uno dei maggiori produttori di chip per automobili a livello globale si aggiunge ai guai che molte aziende stanno affrontando per via dei colli di bottiglia nelle filiere produttive.

In particolare questo è un evento che colpisce il settore dell’automotive, la cui filiera si presenta già vessata da recenti difficoltà, uno fra tutte la carenza di materiali semiconduttori per la produzione delle automobili.

L’incendio accaduto venerdì ha carbonizzato un’ingente quantità di materiali all’interno della filiale produttiva di proprietà di Renesas Electronics, sita ad Hitachinaka, nel nord-est di Tokyo.

L’azienda ha affermato che per ritornare ad una produzione a pieno regime sarà necessario almeno un mese.

Nel frattempo, in seguito a questi evento si susseguono in Giappone turbolenze sul mercato azionario: le quote delle tre aziende dell’automotive leader del Paese — Toyota, Nissan e Honda — hanno visto un crollo del 3% nella giornata di lunedì, ampiamente sotto la media del mercato. Questo mentre le azioni di Renesas, l’azienda direttamente coinvolta nell’accaduto, vedeva il proprio titolo crollare del 4,9%.

Quest’ultima ha indicato il surriscaldamento di un macchinario come causa dell’incendio, il quale ha interessato anche l’area della filiale adibita alla produzione dei materiali semiconduttori.

Renesas ha inoltre specificato che ben due terzi dei chip prodotti nello stabilimento interessato dall’incendio erano diretti ad aziende del settore auto-motive.

Il ceo dell’azienda ha rilasciato durante la giornata di domenica un’intervista, affermando che l’impatto dell’evento sulle forniture globali di chip sarà, inevitabilmente, significativo.

Mariko Semetko, credit analyst presso la sede giapponese di Moody’s, agenzia di rating leader a livello globale, ha affermato che l’incendio ha inferto un, ulteriore, durissimo colpo al tentativo di recupero della produzione globale di automobili, mentre le aziende del settore sono tutt’ora in fase di valutazione dell’entità di tale impatto.

Il ceo di Renesas ha quantificato la perdita di fatturato in $160 milioni.

Articoli correlati