Innovazione

Che cosa cambia in Seco con Olivetti

di

Seco

Seco sbarca in Borsa e Olivetti (gruppo Tim) ne prenota il 7%, avviando una partnership industriale


7,5 milioni di azioni.

È così che Olivetti, la società del gruppo Tim, entra in Seco, azienda nata 40 anni fa ad Arezzo, attiva nel settore dell’innovazione tecnologica e per le soluzioni software IoT. Olivetti ha prenotato le azioni nell’ambito dell’Ipo della società areatina, che ha segnato un tutto esaurito.

Tutti i dettagli.

L’INGRESSO DI OLIVETTI

Nell’ambito dell’offerta pubblica in corso, Seco ha annunciato che Olivetti ha prenotato l’acquisto di circa 7,5 milioni di azioni, corrispondenti al 7% del capitale sociale post-aumento di capitale.

NASCE PARTNERSHIP

Prenotazione accettata dall’azienda areatina, fondata da Daniele Conti, oggi presidente, e Luciano Secciani, e guidata, in qualità di Ceo, da Massimo Mauri.

“Seco ha deciso di allocare tale ordine al fine di avviare un dialogo con Olivetti, con l’obiettivo di costruire una partnership industriale, con particolare riferimento allo sviluppo e diffusione di tecnologie innovative hardware e software e di soluzioni IoT proprietarie”, scrive Seco in una nota.

OLIVETTI

Olivetti è una IoT digital farm, controllata dal Gruppo Tim guidata dal ceo Roberto Tundo, che tra le partecipate conta anche TI Trust Technologies e Way.

IPO SECO: TUTTO ESAURITO

Tra gli investitori di Seco non c’è solo Olivetti. Come riporta il Sole 24 Ore, l’offerta pubblica iniziale della società areatina ha segnato “tutto esaurito”.

LO SBARCO A PIZZA AFFARI

Il 20 aprile, Borsa Italiana ha approvato l’ammissione alla quotazione delle sue azioni ordinarie sull’Mta.

Lo sbarco allo Star di Piazza Affari è fissato per la prima settimana di maggio. La capitalizzazione, in base alla forchetta di prezzo dell’Ipo, ovvero 3,30 e 4,15 euro, è compresa tra circa 353,7 milioni e circa 444,8 milioni. L’offerta avrà per oggetto un massimo di 37.773.000 azioni rinvenienti dalla vendita di azioni esistenti e dall’aumento di capitale al servizio della quotazione.

I SOCI DI SECO

Seco, attualmente, è controllata da Hse Srl, Dsa Srl, Fondo Italiano d’investimento, Hcs, Lomarini & Lomarini Consultant ed altri soci.

L’INCASSO DEI SOCI

Il collocamento porterà, scrive il Corriere della Sera, ad “un incasso netto disponibile tra 84 e 106 milioni. Gli azionisti, i fondatori e il Fondo italiano di investimento ( Cdp) incasseranno fino a 64 milioni”.

SUL MERCATO IL 40,5%

Sul mercato andrà il 40,5% del capitale. Ai due soci fondatori andrà “il 19,5% ciascuno, il Fondo italiano di investimento poco più del 7%, Mauri il 3,3%”. Agli oltre 400 dipendenti del gruppo, Seco ha donato un numero di azioni equivalente a duemila euro. Ad Olivetti viene riservato il 7%.

I NUMERI DI SECO

Lo Sbarco in Borsa arriva dopo anni di crescite record. Nel 2020, la società ha registrato ricavi per 63,47 milioni di euro, in crescita rispetto ai 62,133 milioni del 2019 ed ai 55,74 milioni del 2018. L’utile è pari a 2,64 milioni di euro, segnando un lieve incremento dai 2,43 milioni del 2019, ma in decremento rispetto alle performance del 2018, quando l’utile era pari a 3,2 milioni.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati