skip to Main Content

IA

ChatGpt e gli altri modelli di IA non raggiungeranno l’intelligenza umana, per ora. Parola di Meta

Lo scienziato capo dell'intelligenza artificiale di Meta, Yann LeCun, ha spiegato al Financial Times che gli attuali modelli di intelligenza artificiale (come ChatGpt) sono imperfetti. Nel frattempo il colosso social è al lavoro su un approccio alternativo per creare “superintelligenza” nelle macchine

Il modello di intelligenza artificiale che alimenta sistemi come ChatGpt di OpenAI e Gemini di Google non sarà in grado di raggiungere i livelli di intelligenza umana.

È quanto sostiene il capo dell’intelligenza artificiale di Meta, Yann LeCun, considerato uno dei padri fondatori dell’Ia, in un’intervista al Financial Times.

Il capo dell’Ia del colosso social proprietario di Facebook e Instagram ha affermato al Ft che i grandi modelli linguistici che alimentano i prodotti di intelligenza artificiale generativa come ChatGpt non raggiungeranno mai la capacità di ragionare e pianificare come gli esseri umani. Lo scienziato ha argomentato che questi modelli si basano su dati di addestramento preesistenti e sono quindi “intrinsecamente pericolosi” in quanto possono fornire risposte accurate solo nell’ambito della loro formazione.

Meta ha investito molto nei Large Language Model (Llm), ovvero modelli linguistici di grandi dimensioni, per tenere il passo con concorrenti come OpenAI e Google.

Tanto che il fondatore di Meta Mark Zuckerberg ha annunciato il lancio della nuova generazione del modello linguistico Meta Llama 3 disponibile in modalità open source “entro la fine dell’anno” insieme a una maggiore integrazione dell’assistente virtuale Meta AI con WhatsApp, Instagram, Facebook e Messenger.

Ma non finisce qui. Meta si sta concentrando su un approccio alternativo radicale per creare “superintelligenza” nelle macchine. L’azienda fondata da Mark Zuckerberg sta lavorando per sviluppare una generazione completamente nuova di sistemi di intelligenza artificiale che spera possa alimentare macchine con intelligenza di livello umano.

Anche se  LeCun ha ammesso al Financial Times che questa visione potrebbe richiedere 10 anni per essere raggiunta.

Tutti i dettagli.

IL MODELLO DI IA ALLA BASE DI CHATGPT NON RAGGIUNGERÀ L’INTELLIGENZA UMANA

Al Financial Times LeCun ha affermato che i  grandi modelli linguistici, il tipo di intelligenza artificiale che guida i popolari strumenti di intelligenza artificiale generativa come ChatGPT di OpenAI, Llama di Meta e Gemini di Google, nonostante le loro prestazioni impressionanti in determinati compiti, sono fondamentalmente limitati e non raggiungeranno mai la capacità di ragionare e pianificare come gli esseri umani.

Ha sottolineato le loro carenze, citando la loro mancanza di comprensione della logica, comprensione limitata del mondo fisico, assenza di memoria persistente, incapacità di ragionare e incapacità di pianificazione gerarchica.

NEMMENO LE VERSIONI PIÙ AVANZATE

I suoi commenti arrivano mentre Meta e i suoi rivali avanzano con Llm più avanzati. Come ricorda il Ft, il capo di OpenAI Sam Altman ritiene di fornire un passo fondamentale verso la creazione di intelligenza generale artificiale (AGI), il punto in cui le macchine avranno capacità cognitive maggiori rispetto agli esseri umani.

OpenAI la scorsa settimana ha rilasciato il suo nuovo modello GPT-4o più veloce e Google ha presentato un nuovo agente AI “multimodale” in grado di rispondere a query in tempo reale su video, audio e testo chiamato Project Astra, alimentato da una versione aggiornata del suo modello Gemini.

Meta ha anche lanciato il suo nuovo modello Llama 3 il mese scorso. Il responsabile degli affari globali dell’azienda, Sir Nick Clegg, ha affermato che il suo ultimo LLM ha “capacità notevolmente migliorate come il ragionamento”, ovvero la capacità di applicare la logica alle query.

Tuttavia, LeCun ha affermato che questa evoluzione degli Llm è stata superficiale e limitata, con i modelli che apprendono solo quando gli ingegneri umani intervengono per addestrarli su tali informazioni, piuttosto che l’intelligenza artificiale che arriva a una conclusione in modo organico come le persone.

IL LAVORO DI META SULLA “SUPERINTELLIGENZA”

Nel frattempo, il capo IA del gruppo di Menlo Park guida un team di circa 500 dipendenti presso il laboratorio Fundamental AI Research (Fair) di Meta, dove stanno lavorando per creare un’intelligenza artificiale in grado di sviluppare il buon senso e apprendere come funziona il mondo in modo simile agli esseri umani, in un approccio noto come “modellazione del mondo”.

Ma potrebbero essere necessari fino a 10 anni per raggiungere un’intelligenza artificiale a livello umano utilizzando l’approccio di modellazione mondiale, ha previsto LeCun.

LA STRATEGIA DI ZUCKERBERG

Ma gli investitori di Meta saranno così pazienti?

Il mese scorso, Meta ha bruciato quasi 200 miliardi di dollari del suo valore di mercato dopo la pubblicazione dei risultati del primo trimestre, registrando il calo maggiore dall’ottobre 2022

Con la comunicazione dei conti, l’amministratore delegato Mark Zuckerberg ha promesso di aumentare la spesa e trasformare il gruppo di social media in “la principale società di intelligenza artificiale nel mondo”, spaventando gli investitori di Wall Street preoccupati per l’aumento dei costi con scarso potenziale di entrate immediate.

“Negli ultimi mesi, Zuckerberg ha fatto dell’intelligenza artificiale una priorità, rifocalizzando Meta sulla tecnologia dopo che OpenAI ha rilasciato il suo chatbot ChatGpt nel 2022, scatenando una frenesia di concorrenza e sviluppo tra i grandi produttori di tecnologia”, osservava di recente Bloomberg.

E questa rotta l’ha mantenuta anche nella presentazione della trimestrale. Durante la call con gli investitori, il ceo Mark Zuckerberg ha concentrato la maggior parte dei suoi commenti sull’intelligenza artificiale. Ha detto che Meta vuole essere “l’azienda leader nel mondo nel campo dell’intelligenza artificiale” e dovrebbe aumenterebbe la spesa “in modo significativo prima di ottenere molte entrate da alcuni di questi nuovi prodotti”.

 

Back To Top