Innovazione

Attacco hacker contro Yahoo. Un miliardo di utenti a rischio

di

Yahoo

Yahoo rivela un nuovo attacco hacker: la falla risale al 2013 e a rischio ci sarebbero gli account di oltre un miliardo di utenti

 

Nuovo attacco Hacker a Yahoo: bel oltre un miliardo di utenti sono a rischio. La società ha identificato una falla nei propri sistemi: l’attacco, in realtà, risale al 2013, ma è venuto alla luce solo in questi giorni.

Si tratta del più grande attacco informatico della Storia: il numero di account a rischio, infatti, è il doppio di quello di un vecchio attacco subito nel 2014 e annunciato dalla società solo a settembre 2016. Secondo le prime indiscrezioni sarebbero stati colpiti anche circa 150mila account di utenti che avrebbero dei legami con l’amministrazione e l’esercito americano, i cui dati e password sono ora a disposizione dei cybecriminali. Tutti gli altri account sarebbero di utenti comuni. Fortunatamente,  Yahoo ha voluto sottolineare, attraverso Bob Lord, che non sarebbero stati trafugati dati rilevanti come i dati delle carte di credito o dei codici bancari.

Le informazioni a rischio potrebbero comprendere nomi, indirizzi email, numeri di telefono, date di nascita, password hash e, in alcuni casi, domande e risposte di sicurezza criptati o in chiaro.

Yahoo: situazione complicata

YahooI responsabili del maxi attacco contro Yahoo, al momento, restano ignoti, ma l’assalto ai dati degli utenti potrebbe arrivare “da parte di uno Stato straniero”.

Colpevoli a parte, la situazione non è di certo facile soluzione. Sì, perchè se anche gli utenti cambiano la password (come richiesto da Yahoo), non è detto che le proprie informazioni siano al sicuro. Nell’attacco del 2014, come comunicato dalla stessa azienda, è stato rubato il codice proprietario che può essere usato per creare dei “cookie”, ovvero dei codici che si installano nel browser e che potrebbero permettere agli hacker di accedere a un account senza necessariamente conoscerne la password.

Crollano le azioni

La notizia ha ripercussioni anche sul titolo: le azioni calano del 2%. Ovviamente, il nuovo attacco fa traballare anche l’accordo di cessione dell’azienda a Verizon.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati