Innovazione

Attacco cyber dietro il sabotaggio della missione spaziale indiana Chandrayaan-2

di

Chandrayaan-2

Ci sarebbero hacker nordcoreani dietro un attacco all’agenzia spaziale indiana a settembre, quando la missione indiana Chandrayaan-2 si è conclusa con un fallimento

Il sogno lunare dell’India mandato in fumo da un attacco cyber. Come ha riferito il Financial Times, l’agenzia di ricerca spaziale indiana (Isro) sarebbe stata avvisata circa un attacco informatico nel mezzo della missione Chandrayaan-2 (poi fallita) come parte di un attacco più ampio da parte di sospetti hacker nordcoreani. Secondo Indian Express, il 3 settembre il National Cyber ​​Coordination Center indiano aveva ricevuto informazioni da una società di sicurezza informatica con sede negli Stati Uniti secondo cui un attore malintenzionato aveva “violato” i sistemi dell’Isro tramite malware.

LA MISSIONE CHANDRAYAAN-2 FALLITA

Lo scorso 7 settembre, l’Isro ha perso i contatti con il lander Vikram della missione Chandrayaan-2, pochi minuti prima del suo atterraggio morbido programmato sul Polo Sud della Luna, schiacciando così la speranza del paese di fare la storia dello spazio. La missione Chandrayaan-2 sarebbe stata la prima ad atterrare sul polo sud inesplorato del nostro satellite.

Non solo, atterrando con successo sulla superficie lunare, l’India sperava di diventare il quarto paese ad aver compiuto l’impresa, dopo Stati Uniti, Russia e Cina. Avrebbe anche reso l’India il primo paese a completare un atterraggio morbido vicino al Polo Sud al suo primo tentativo.

COLPA DI UN ATTACCO INFORMATICO?

Secondo Indian Express, il 3 settembre (4 giorni prima dell’atterraggio) il National Cyber ​​Coordination Center ha ricevuto informazioni da una società di sicurezza informatica con sede negli Stati Uniti secondo cui un attore malintenzionato aveva “violato”  controller di dominio “principali nello stabilimento di Kudankulam e nell’ISRO usando malware”.

La connessione tra la fallita missione Chandrayaan-2 e gli hacker nordcoreani viene stabilita dopo che la Nuclear Power Corporation of India ha confermato la scorsa settimana che la centrale nucleare di Kudankulam, nello stato meridionale del Tamil Nadu, è stata colpita da un attacco informatico. Secondo Issuemakers Lab, un’organizzazione dell’intelligence sudcoreana, dietro l’attacco potrebbe esserci la Corea del Nord.

Il sospetto coinvolgimento della Corea del Nord nell’attacco informatico, che potrebbe essere iniziato quando le persone hanno aperto e-mail di phishing, rilasciando malware nei loro sistemi, viene minimizzato dalle autorità spaziali indiane.

LE DICHIARAZIONI DELL’AGENZIA SPAZIALE INDIANA

L’Isro ha confermato infatti di essere stato avvertito di un attacco informatico, ma ha dichiarato di non aver trovato nulla di sospetto al termine dell’indagine. “I nostri sistemi non sono stati compromessi”, ha dichiarato un funzionario dell’agenzia spaziale indiana confermando che i sistemi principali sono stati isolati dall’attacco. “Abbiamo una rete interna isolata al 100% da Internet”, ha affermato il funzionario dell’Isro.

 

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati