Advertisement skip to Main Content

Axiom Missione

Al via la seconda missione privata di Axiom Space sulla Stazione spaziale internazionale

La navetta Crew Dragon di SpaceX si è agganciata alla Stazione Spaziale Internazionale: inizia ufficialmente AX-2, la seconda missione privata di Axiom Space. A bordo la prima donna astronauta araba

La seconda missione con quattro astronauti privati di Axiom Space è iniziata a bordo della Stazione Spaziale Internazionale.

Dopo il lancio del 21 maggio, ieri una capsula Crew Dragon è attraccata alla Stazione spaziale internazionale (Iss) per la missione Ax-2. Ovvero la seconda missione privata dell’azienda Axiom al comando della quale c’è la veterana dello spazio Peggy Whitson, gli altri tre membri dell’equipaggio sono i sauditi Rayyanah Barnawi (prima donna astronauta dell’Arabia Saudita) e Ali Al-Qarni, e poi l’imprenditore John Shoffner.

SpaceX, la compagnia aerospaziale fondata da Elon Musk e appaltatrice dell’agenzia spaziale statunitense Nasa, ha lanciato tramite razzo Falcon 9 la missione verso l’Iss, Il viaggio rappresenta la seconda missione spaziale privata verso la stazione orbitante organizzato dalla società Axiom Space con sede a Houston, (la società americana di cui sarebbe senior adviser l’ex sottosegretario M5s agli Esteri, Manlio Di Stefano). Il rientro della missione Ax-2 è previsto il 30 maggio, con l’ammaraggio al largo delle coste della Florida.

Tutti i dettagli.

Ancora una volta la Stazione Spaziale Internazionale è affollata, come era accaduto nell’ottobre 2022 e nel marzo 2023, e sono quattro le nazionalità rappresentate, con cinque americani, tre russi, un astronauta degli Emirati Arabi e due astronauti dell’Arabia Saudita, segnala l’Ansa.

L’OBIETTIVO DI AX-2

Come già detto, Ax-2 è comandata da Peggy Whitson, ex astronauta della Nasa che detiene il record degli Stati Uniti per il tempo cumulativo più lungo nello spazio a 665 giorni. Attualmente è direttrice del volo spaziale umano presso Axiom, ricorda Spacenews.

L’equipaggio della missione Ax-2 lavorerà per i prossimi otto giorni con l’equipaggio della missione Crew 6, della quale fanno parte gli americani Stephen Bowen, Woody Hoburg, Sultan Alneyadi, degli Emirati Arabi Uniti e Andrey Fedyaev dell’agenzia spaziale russa Roscomos. Con loro ci sono i tre della Soyuz danneggiata in dicembre da un micro-meteorite che a settembre dovrebbero rientrare con la nuova Soyuz agganciata alla Iss a febbraio: l’americano Francisco Rubio e i russi Sergey Prokopyev, Dmitri Petelin.

Gli astronauti effettueranno più di 20 esperimenti su settori che vanno dalle scienze della vita alla produzione nello spazio.

UNA MISSIONE STORICA PER L’ARABIA SAUDITA

La missione è a suo modo storica, poiché include tra i membri dell’equipaggio la ricercatrice delle cellule staminali, Rayyanah Barnawi, la prima donna astronauta araba ed è la prima volta che due astronauti sauditi raggiungono la Iss. Barnawi, scienziata biomedica di 34 anni, ha in programma di svolgere ricerche sulle cellule staminali e sul cancro al seno, sperando di ispirare donne di ogni estrazione in Medio Oriente.

Il viaggio rientra nel programma del Regno per gli astronauti, che mira a qualificarli come “esperti per i voli spaziali” e a partecipare alla conduzione di esperimenti scientifici e ricerche internazionali del settore. L’Arabia Saudita ha istituito l’Autorità spaziale nel 2018 e nel 2022 ha lanciato un programma per inviare astronauti nello spazio. L’ultima volta in cui il Regno aveva inviato un suo cittadino nello spazio era stato nel 1985, anno in cui il principe saudita Sultan bin Salman, figlio del re saudita Salman, partecipò a una missione americana.

IL TRAGUARDO DI SPACEX

Inoltre, Ax-2 segna anche il decimo volo con equipaggio di SpaceX in poco meno di tre anni, a partire dal volo di prova dell’equipaggio commerciale Demo-2 per la Nasa nel maggio 2020. Da allora SpaceX ha lanciato sei missioni di rotazione dell’equipaggio verso la ISS e Axe -1. Ha anche lanciato Inspiration4, una missione di astronauti privati nel 2021 che ha trascorso tre giorni nello spazio senza attraccare alla Iss.

LA TABELLA DI MARCIA

SpaceX ha in programma di lanciare fino a tre altre missioni con equipaggio quest’anno: la missione Crew-7 per la Nasa, la missione spaziale privata Polaris Dawn e la missione Axiom’s Ax-3, al momento programmata per la fine di quest’anno. Se la Nasa ha approvato la missione Ax-3 a marzo, Axiom non ha ancora rivelato l’equipaggio.

Back To Top