Pagamenti digitali / Fintech

Il prossimo step Fintech a Londra? Cybersecurity e Intelligenza Artificiale

di

Apre nella capitale britannica il Rapid Cyber Security Advancement con l’obiettivo di aiutare le più recenti startup attive nel settore della sicurezza informatica a crescere

Questa settimana, l’Ufficio londinese del Rapid Cyber Security Advancement (LORCA) ha aperto le sue porte a East London e sarà gestito direttamente dal centro di innovazione tecnologica Plexal. Il nuovo ufficio è stato lanciato da Matt Hancock, Segretario per il settore Digitale del Regno Unito, impegnato dallo scorso mese a sviluppare nuove iniziative che andranno a vantaggio della tecnologia finanziaria nel polo Fintech di Londra.

L’OBIETTIVO? AIUTARE LE START UP ATTIVE NELLA CYBERSECURITY A CRESCERE

L’obiettivo del nuovo centro è quello di aiutare le più recenti startup attive nel settore della sicurezza informatica del Regno Unito a crescere, e garantire che il paese possa affermarsi come leader globale nel contrasto alle minacce online. Il primo partner fondatore del centro è il Lloyd’s Banking Group e questo evidenzia come all’interno del LORCA ci sarà una stretta collaborazione tra finanza e sicurezza a vantaggio delle London Fintechs.

HANCOCK: L’ESPANSIONE DI QUESTO SETTORE È FONDAMENTALE PER IL NOSTRO FUTURO

“La futura prosperità della Gran Bretagna si baserà sulla sua tecnologia digitale e nessuna tecnologia può funzionare senza la sicurezza informatica, pertanto l’espansione di questo settore è fondamentale per il nostro futuro – ha ammesso Hancock –. È fantastico aprire questo nuovo centro dove alcuni dei nostri imprenditori più talentuosi e delle nostre aziende più innovative svilupperanno la tecnologia per la sicurezza informatica di domani. Questo darà impulso al fiorente settore tecnologico londinese e andrà a vantaggio delle imprese di tutto il paese”.

IL CENTRO AIUTERÀ ANCHE LE START-UP SPECIALIZZATE IN INTELLIGENZA ARTIFICIALE, REALTÀ AUMENTATA E INTERNET DELLE COSE

Secondo Computer Weekly, questo centro aiuterà anche le start-up specializzate in intelligenza artificiale, realtà aumentata e l’internet delle cose. “Ora abbiamo la possibilità di costruire sopra a quanto fatto nell’ultimo decennio e di capitalizzare veramente le opportunità. La tecnologia avanzata è, in ultima analisi, il futuro della nostra economia”, ha ammesso Hancock spiegando che il paese è a buon punto: “Gli investimenti nel settore tecnologico sono raddoppiati nell’ultimo anno e crescono a un ritmo tre volte superiore a quello del resto dell’economia. Abbiamo creato più posti di lavoro che mai e i tassi di occupazione sono a livelli record”, ha ribadito il ministro.

RISCHIO POSTI LAVORO? NON PER HANCOCK

Tuttavia, vi sono anche alcune preoccupazioni che devono essere affrontate, ad esempio il fattore rimpiazzo: le nuove  tecnologie potrebbero eliminare i vecchi posti di lavoro. Ma, Hancock ha spiegato che il rischio reale per l’occupazione non è l’adozione di questa nuova tecnologia. “Il rischio è che non adottiamo nuove tecnologie e che non riusciamo a creare i posti di lavoro del futuro”.

INVESTIMENTI NEL FINTECH SONO IN AUMENTO ANCHE SE PROVENGONO DALL’ESTERO

Gli investimenti nel Fintech sono in aumento, ma la maggior parte proviene da paesi al di fuori del Regno Unito. Oltre a questo, il paese sta vivendo il suo primo calo del debito nell’arco di una generazione mentre l’economia continua a crescere. Hancock ha ammesso che “sia che si tratti di migliorare i viaggi, rendere più facile l’attività bancaria o aiutare le persone a vivere più a lungo, l’AI è già parte integrante della nostra economia e della nostra società. Siamo conosciuti in tutto il mondo come il luogo migliore dove l’AI può prosperare perché siamo un paese con solidi principi etici, un regime maturo per la protezione dei dati e della privacy, e la fiducia offerta da una forte sicurezza informatica e di partenariato tra governo, imprese e università”.

QUANDO LA TECNOLOGIA AVRÀ MERITATO FIDUCIA LA SUA ADOZIONE SARÀ PIÙ RAPIDA

Cosa significa questo, dunque, per il Fintech? Probabilmente, secondo gli esperti, le startup potranno utilizzare LORCA e le competenze di coloro che vi operano per garantire la sicurezza dei loro servizi e ridurre al minimo il rischio di attacchi informatici. Ciò significa anche che le banche saranno in grado di fare altrettanto. È una cosa buona o cattiva per il Fintech? Secondo gli analisti arriverà probabilmente il momento in cui la tecnologia avrà compiuto progressi tali da meritare piena fiducia e, di conseguenza, banche e istituzioni finanziarie tradizionali le adotteranno più rapidamente del necessario per non dover più collaborare, acquisire o fondersi con le Fintech per avere accesso alle nuove tecnologie.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati