Pagamenti digitali / Fintech

Come Apple, Amazon, Google e Facebook possono sconvolgere le banche. Report S&P

di

Secondo quanto emerso dal ciclo di conferenze S&P Global Banking Conference, efficienza dei costi e digitalizzazione sono le sfide più pressanti per le banche Ue nei prossimi 5 anni

La necessità di efficienza dei costi, la svolta del ciclo del credito e le minacce competitive derivanti dalla digitalizzazione sono le sfide più pressanti che le banche europee dovranno affrontare nei prossimi cinque anni. È quanto emerso da un ciclo di conferenze del settore bancario a livello globale di S&P – la S&P Global Banking Conference – tenute a Francoforte, Londra e Parigi. (Il rapporto completo della conferenza su “S&P Global 2018 European Banking Conferences See Disruption Ahead”)

PREVALE UNA VISIONE PESSIMISTA SUL FUTURO DELLE BANCHE EUROPEE

I fattori chiave che pesano sulle menti degli investitori bancari “includono le sfide di redditività, alcuni rischi peculiari” del sistema e “il potenziale di perturbazione del settore da parte dei colossi tecnologici o delle tecnologie finanziarie”, le Fintech. “I partecipanti alle tre conferenze – sottolinea S&P – sono cauti riguardo al futuro delle banche europee: quasi la metà (47%) indica una visione pessimista, mentre solo un terzo è ottimista. La redditività delle banche europee è migliorata negli ultimi anni, ma rimane ben al di sotto di quella dei concorrenti internazionali e al di sotto del loro costo di equity. Per le maggiori banche europee si prevede un return on equity (ROE) nella media, di poco superiore al 7% nel 2019, mentre il costo dell’equity stimato dal mercato si aggira intorno all’8%-10%”.

SI PUNTA IL DITO ALLO SVILUPPO INCOMPLETO DELL’UNIONE BANCARIA EUROPEA” COME “OSTACOLO” A POSSIBILI FUSIONI E ACQUISIZIONI BANCARIE TRANSFRONTALIERE

Nel corso delle conferenze di S&P sono state prese in considerazione anche possibili “fusioni e acquisizioni bancarie transfrontaliere (M&A) che potrebbero contribuire a migliorare il ROE”. Allo stesso tempo, però, si è puntato il dito sullo “sviluppo incompleto dell’Unione bancaria europea” come “ostacolo” alle stesse fusioni e acquisizioni transfrontaliere, “date le limitate possibilità di sinergie patrimoniali e operative in un gruppo bancario risultante dalla fusione”. Per S&P, inoltre, “l’aumento dei tassi di interesse avrà probabilmente solo un effetto positivo limitato sugli utili bancari in quanto, probabilmente, aumenteranno solo gradualmente”. In più, a differenza dei cicli precedenti, “le banche potrebbero non essere in grado di riprezzare i depositi a un tasso molto più lento rispetto ai prestiti, in quanto i clienti sensibili ai tassi di interesse avranno maggiori probabilità di fare la spola tra le banche. Anche i trasferimenti di deposito sono resi più facili, dato il crescente uso dell’online e dell’app-based banking. E se il ciclo economico dovesse invertire la tendenza, le banche centrali potrebbero combattere, probabilmente, una nuova recessione abbassando nuovamente i tassi di interesse”.

I PROGRESSI NEL DIGITALE ELEMENTO CHIAVE PER OTTIMIZZARE I COSTI E AUMENTARE LA REDDITIVITÀ

In questo panorama bancario europeo frammentato, i partecipanti alla conferenza hanno visto “i progressi digitali come un elemento chiave per ottimizzare la gestione dei costi e aumentare la redditività. Hanno riconosciuto che un numero crescente di banche sta identificando i vantaggi competitivi dell’integrazione di partner o servizi finanziari in più parti della loro value chain per incrementare l’efficienza. Tuttavia, i colossi della tecnologia rappresentano una minaccia maggiore per il rapporto delle banche con i loro clienti”, hanno sottolineato gli investitori durante la conferenza. “Con una capitalizzazione di mercato di gran lunga superiore a quella delle banche sistemiche globali, i titolari di titoli tecnologici come Apple, Amazon e Facebook sono nella posizione ideale per sconvolgere alcune aree del settore bancario”.

APP Intesa Sanpaolo Mobile

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati