Energia

I migliori pannelli solari in commercio? Ci pensa Elon Musk

di

pannelli solari

Elon Musk chiude il cerchio e dopo la produzione di batterie punta sulla produzione diretta di energia elettrica. I pannelli prodotti da SolarCity avranno una resa del 22%.

Chi ha scelto di affidarsi al solare per soddisfare il proprio fabbisogno energetico sa quanto sia importante puntare su pannelli solari di qualità capaci di offrire, in rapporto allo spazio occupato, le migliori prestazioni possibili. Al momento della ricerca una domanda sorge spontanea, chi produce i migliori pannelli solari al mondo?

Escludendo i troppo costosi e delicati pannelli solari sviluppati dalla NASA, capaci di convertire in elettricità il 50% dell’energia immagazzinata, i migliori impianti al mondo sono quelli offerti dalla SolarCity, società fondata dal patron di Tesla e Space X Elon Musk. L’azienda americana ha annunciato di recente il lancio di un nuovo impianto capace di raggiungere un livello di efficienza del 22%, un salto in avanti rispetto alle offerte disponibili sul mercato. I nuovi pannelli hanno la stessa dimensione dei classici pannelli ma vantano una produttività maggiore del 30-40% rispetto agli standard attuali. I nuovi pannelli hanno inoltre la capacità di offrire migliori prestazioni a temperature elevate. Per fare un confronto, i pannelli utilizzati da Solar Impulse al momento hanno un rendimento del 23%, un buon risultato per SolarCity a meno che non abbiate necessità di fare il giro del mondo sopra il vostro tetto di casa.

Dai sistemi di accumulo alla produzione diretta di energia

Elon Musk, si sa, lavora da tempo per rendere economicamente accessibili al grande pubblico tecnologie capaci di sfruttare al meglio l’energia elettrica. Dopo il lancio del Suv elettrico Model X e il lancio della batteria per la casa Tesla Powerwall, Musk chiude il cerchio e punta sulla produzione diretta di energia elettrica. Dal 2017 SolarCity inizierà la produzione su larga scala dei nuovi pannelli. Il sito prescelto è quello di Buffalo che Musk ha intenzione di trasformare nella più grande fabbrica di pannelli solari dell’emisfero occidentale. A Buffalo verranno prodotti 10.000 pannelli al giorno, impiegati 2900 addetti e l’impianto sarà capace a sua volta di generare 1 gigawatt di energia pulita. Con la produzione diretta SolarCity punta a ridurre i prezzi riducendo i costi 20 centesimi di dollaro per watt.

buffalo solar city

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati