skip to Main Content

Eni si ricaricherà elettricamente con Be Power

Eni, attraverso Eni gas e luce, ha acquisito il 100% di Be Power per fare un ulteriore passo avanti nella transizione energetica

Il futuro delle auto è nell’elettrico, lo sa bene Eni che ha deciso di acquisire Be Power S.p.A., società che tramite la controllata Be Charge è secondo operatore italiano con oltre 5 mila punti di ricarica per veicoli elettrici sul suolo pubblico.

In data 5 agosto 2021, il cane a sei zampe ha annunciato la sottoscrizione di un accordo, attraverso Eni gas e luce, per l’acquisizione del 100% di Be Power per fare un ulteriore passo avanti nella transizione energetica guardando all’obiettivo di una totale decarbonizzazione di prodotti e processi entro il 2050.

PERCHÉ ENI HA DECISO DI PUNTARE SU BE POWER

L’acquisizione di Be Power consente a Eni gas e luce di diventare un primario operatore della ricarica di veicoli elettrici su suolo pubblico, su suolo privato ad accesso pubblico e nelle stazioni di servizio Eni, in Italia e all’estero, il tutto in un contesto di mercato che prevede un costante incremento del numero di veicoli elettrici in circolazione.

“Con l’acquisizione di Be Power, Eni si posiziona tra le società leader in un mercato al centro della strategia di transizione energetica dell’Unione Europea”, ha commentato Claudio Descalzi, Amministratore Delegato di Eni. “Il business delle infrastrutture e dei servizi di ricarica di veicoli elettrici valorizza ulteriormente il portafoglio di attività di Eni gas e luce, che serve 10 milioni di clienti in 6 paesi europei e può contare su una capacità rinnovabile complessiva, tra installata, in costruzione e in prospettiva di sviluppo su aree indentificate, pari a 9 GW. Proseguiamo quindi nel nostro percorso che ci porterà a essere leader nella produzione e vendita di prodotti completamente decarbonizzati”.

L’EVOLUZIONE DI ENI E ENI GAS E LUCE

Eni guarda al futuro puntando sull’innovazione tecnologica e sulla sostenibilità, impegnandosi con azioni concrete in una transizione equa che crei valore nel lungo termine e consenta a tutti di accedere a un’energia affidabile e pulita salvaguardando l’ambiente. Non a caso la sua mission si basa sui 17 Obiettivi per lo Sviluppo Sostenibile (SDGs) delle Nazioni Unite.

Dal 1 luglio 2021, Eni gas e luce ha aggiornato il proprio Statuto Sociale in Società Benefit, integrando nel proprio oggetto sociale, accanto all’obiettivo di profitto, lo scopo di avere un impatto positivo sulla società, le comunità e le persone, nonché in particolare sull’ambiente.

È la prima grande azienda italiana del settore dell’energia a fare questo passo, ovvero a decidere di assumersi l’impegno statutario, nei confronti dei propri azionisti, di bilanciare gli interessi di questi ultimi, del pubblico e di tutti gli stakeholder.

CHI È E COSA FA BE POWER

Be Power è una High Tech Company che nasce nel 2018 con l’obiettivo di essere protagonista della radicale trasformazione in atto nel settore energetico facendo convergere, attraverso una gestione innovativa dei flussi digitali, le nuove attività del mercato dell’energia con il settore della mobilità elettrica.

Il Gruppo, con 38 dipendenti e sede a Milano, attraverso le proprie società controllate Be Charge e 4energia, è attiva nei servizi di ricarica per veicoli elettrici, attraverso un’infrastruttura proprietaria diffusa sul territorio, e nei servizi di flessibilità alla rete elettrica nazionale aggregando risorse energetiche distribuite (produttori e consumatori di energia).

Be Charge gestisce le colonnine installate su suolo pubblico e privato ed è titolare delle relative concessioni.

Opera tramite una piattaforma tecnologica proprietaria e fornisce servizi di ricarica ai guidatori di veicoli elettrici su proprie colonnine o di terzi, attraverso un’App dedicata.

TUTTI I NUMERI DI BE POWER

Il Board di Be Power è composto da otto membri: Paolo Amato è il presidente del Gruppo mentre Paolo Martini Amministrazione Delegato.

Il capitale sociale versato, pari a 598 mila euro, è per il 51% in mano a REEIF II Volta S.a.r.l. (fondo inglese Zouck Capital) e per il 49% in mano a Mobility Technology Uk Limited.

Be Power Spa ha chiuso il 2020 con ricavi annui in crescita di 1,2 milioni di euro (+79,57%), per un totale di 2,7 milioni, grazie principalmente alla controllata Be Charge.

L’ebitda si è attestato a -2,7 milioni di euro, dai -2,4 milioni del 2019 (+13,59%).

Si riduce la perdita d’esercizio di quasi il 22% a 2.424.581 euro, dal rosso di 3.106.752 del 2019. Nonostante le difficoltà connesse alla pandemia, il 2020 ha rappresentato il secondo anno di piena operatività della società nel mezzo di un’evoluzione globale dei sistemi energetici sempre più puliti e decentralizzati, con energia generata, immagazzinata e distribuita più vicina ai clienti finali.

Al 31 dicembre 2020 il patrimonio ammonta a 24.445.305 euro.

Le prospettive per il 2021 vedono come obiettivo principale una ulteriore crescita e consolidamento del modello di business e degli investimenti iniziati nel 2019, ponendo ancora maggiore attenzione allo sviluppo delle soluzioni digitali a servizio della mobilità elettrica e della demand/response.

 

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore