Mobilità elettrica

Formula E: tutti i numeri e le date da sapere

di

L’appuntamento in Italia è per il 14 Aprile 2018: a Roma (e all’Eur precisamente) si terrà la prima tappa italiana del campionato delle auto elettriche. Articolo di Giusy Caretto

Il 14 aprile 2018 Roma ospiterà la prima tappa italiana dell’E-Prix, il campionato dei bolidi elettrici. Nata nel 2014, per volontà di Alejandro Agag, che ha ripreso un’idea di Jean Todt, il suo attuale chief executive, la nuova competizione internazionale per macchine da corsa è organizzata dalla FIA, la Federazione Internazionale dell’Automobile, nota per essere l’organizzatrice del campionato
di Formula 1.

LE AUTO DA CORSA

La competizione internazionale Fia, dedicata alle monoposto 100% elettriche, è partita il 2 dicembre 2017 a Hong Kong per concludersi il prossimo 28 luglio 2018 a Montreal.  Solitamente, le gare si tengono in circuiti chiusi urbani, con lunghezza che varia tra i 2 e i 3,4 chilometri.

Le vetture sportive a batteria hanno motori elettrici da circa 200 kilowatt, che sviluppano circa 270 cavalli di potenza, e raggiungono una velocità massima di 250 chilometri orari. Durante il pit-stop, unico nel corso della gara, i piloti cambiano macchina del tutto: serve una nuova batteria per poter completare tutti i giri previsti. Le gomme si possono sostituire soltanto in caso di foratura.

FormulaECarLA FORMULA E A ROMA

L’E-Prix di Roma seguirà un tracciato di 2,86 km con 21 curve. Le vetture a batteria, partiranno da via Cristoforo Colombo e sfrecceranno tra alcuni luoghi simbolo dell’Eur – la Nuvola, il Palazzo dei Congressi, il Salone delle Fontane, l’Obelisco, dove è previsto il traguardo.

LA FORMULA E CONQUISTA TUTTI

Monoposto sempre più potenti, nuovi circuiti cittadini ma anche altri costruttori: la Formula E cresce di anno in anno.
Audi è subentrata ad ABT nella gestione della scuderia, avvicendando il direttore Hans Jürgen con lo scozzese Allan McNish, che vanta anche due stagioni in Formula 1. Dalla stagione 2018/2019, invece, Nissan prenderà il posto del team Renault, dominatore delle ultime due edizioni della serie. Si tratta di una scelta di marketing adottata dal gruppo Renault-Nissan-Mitsubishi, con l’obiettivo di valorizzare le auto elettriche Nissan.

Anche BMW ha ufficializzato il suo debutto come costruttore ufficiale, ma a partire dal 2018/2019. Intanto, la casa bavarese è già impegnata a fianco del team Andretti e diventerà uno dei brand riconosciuti dalla FIA.  Dalla stagione 2019-2020, scenderà in pista anche Mercedes. La Casa di Stoccarda abbandonerà il DTM, il campionato turismo tedesco dove negli ultimi anni ha fatto messe di allori, con 10 titoli piloti e 183 gare vinte, per concentrarsi nella sfida tra bolidi elettrici.

Formula E TeamCalendario 230118-01

 

 

 

 

(Articolo Pubblicato sull’Edizione Cartacea di Start Magazine Febbraio/Maggio 2018)

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati