Mobilità, Mobilità elettrica

Auto elettriche: siamo al punto di svolta

di

Crescono le stazioni di ricarica di auto elettrica e questo significa solo che aumentano le auto elettriche. Almeno negli Usa

Costruire auto elettriche è facile: lo abbiamo fatto per più di un secolo. Realizzare una rete di ricarica per auto elettriche, come scrive Bloomberg, è molto più difficile. Servono progetti, serve fare rete, servono autorizzazioni e posti (adatti) e poi serve iniziativa. Sì, perchè costruire una rete di ricarica per auto elettriche ci pone dinanzi ad una questione simile a ‘Prima l’uovo o prima la gallina’: chi compra auto a batteria se non vi sono punti per la ricarica? E chi, invece, realizza punti di ricarica se non vi sono abbastanza macchine da ricaricare?

Qualcosa, però, sta cambiando, anche grazie a Tesla e Nissan. Il numero delle stazioni di ricarica negli Stati Uniti, come riporta il Dipartimento dell’Energia è pari a 14,349, con 36mila prese. E a queste si aggiungono quelle che tutti (o quasi) i possessori di un’auto elettrica hanno in casa, che non vengono conteggiate dal Dipartimento.

auto elettricheChargePoint, operatore che gestisce la più grande rete di stazioni di ricarica degli Stati Uniti, ha annunciato che ora vanta ben 30.100 prese, circa il doppio del numero di ristoranti McDonald presenti nel Paese. Tesla Motors, invece, ha dato vita a 294 stazioni di ricarica super-veloce.

Il riscatto della benzina

A mandare un po’ in crisi, negli ultimi mesi, gli acquisti di auto elettrica è stato il basso costo della benzina. E se la benzina continuerà a costare poco, secondo Pasquale Romano, CEO di  ChargePoint, il passaggio da veicoli a benzina a quelli elettrici potrebbe essere più lento. 

Nel mese di giugno, i conducenti degli Stati Uniti hanno acquistato 9,7 milioni di litri di benzina al giorno, secondo la US Energy Information Administration: la quantità più alta mai registrata, da quando il governo ha iniziato a tenere traccia delle vendite nel 1945.

Auto elettriche: la rivoluzione è in atto

Nonostante il basso costo della benzina, però, il cambiamento è in atto. Nei primi sei mesi dell’anno, gli americani hanno comprato circa 65.000 vetture elettriche e ibride. E questo significa che i punti di ricarica servono: mentre le stazioni di benzina diminuiscono, i punti di ricarica per auto elettriche sono destinati ad aumentare.

La California, per esempio, offre già 11.000 punti di ricarica e tanti altri ne stanno nascendo. Già diverse aziende offrono stazioni di ricarica per le auto elettriche dei dipendenti. E questo significa solo che la mobilità sta cambiando.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati