Mobilità, Mobilità elettrica

Auto elettrica, autonomia fino a 800km grazie ad alcool etilico

di

auto elettrica

L’auto elettrica che viaggia ad alcool etilico potrebbe rivoluzionare il settore: 800 km di autonomia e niente infrastruttura per la ricarica

Un settore in via di sviluppo, in continua evoluzione. Parliamo di quello dell’auto elettrica, che ormai da qualche anno si prefigge l’obiettivo di rivoluzionare il settore dell’automotive. Le vendite dei veicolo ecologici sono in crescita e presto le e-cars potranno vivere il loro momento di gloria. Ad augurarselo (tra le altre case automobilistiche) è anche Nissan, che sta investendo sulla ricerca per auto elettriche del futuro sempre più efficienti e per tutti ed è convinta che la mobilità elettrica del futuro viaggerà ad alcol etilico.

Nissan ha avviato un progetto chiamato e-Bio Fuel-Cell, che prevede di rivoluzionare il nascente (e importante) settore dell’auto elettrica entro il 2020, in appena 4 anni dunque. Non è certo una novità che le auto viaggino grazie a bio-caruranti, l’innovazione della casa automobilistica giapponese sta nel fatto che l’alcool etilico ottenuto da biomasse dovrebbe produrre  energia elettrica ad alta efficienza con cui alimentare i futuri motori elettrici, portando l’auto a migliorare le proprie prestazioni e la sua autonomia, che potrebbe arrivare a 800 km.

Per la produzione di energia, il progetto e-Bio Fuel-Cell infatti fa affidamento ad un generatore chiamato SOFC (Solid Oxide Fuel-Cell), che dovrebbe sfruttare la reazione tra l’ossigeno e vari carburanti, compreso appunto il bio-etanolo, immagazzinato in appositi serbatoi. Il sistema di produzione di energia dovrebbe anche impiegare l’idrogeno.

auto elettrica bioetanolo

Un progetto ambizioso e rivoluzionario per il settore auto elettrica

Non si tratta solo di aumentare l’autonomia. L’innovazione di Nissan potrebbe avere un ruolo fondamentale per il rinnovamento del parco auto in circolazione. Le auto elettriche che viaggiano ad alcool etilico, infatti, non richiedono l’esistenza di una infrastruttura. Niente stazioni di ricarica, niente lunghe pause durante i viaggi, niente scuse: basterà fare un semplice rifornimento per viaggiare (a lungo) senza inquinare. Il bio-etanolo è facile da procurare e ha basso costo.

Attenzione, però. Le auto elettriche a bioetanolo non vantano solo vantaggi. Non possiamo, infatti, non pensare al processo di produzione delle biomasse da cui si ricava bioetanolo: è poco sostenibile e richiede colture alimentari, con un’impronta ecologica non indifferenze.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati