Advertisement skip to Main Content

Unipol

Non solo assicurazioni, cosa fa Unipol con hotel, sanità e idraulica

Dai giganti della grande distribuzione a quelli delle telecomunicazioni, fino alle banche: sono sempre più i casi di colossi che aumentano il proprio perimetro d'azione guardando a nuovi mercati. E Unipol si tuffa a pesce nella salute e sugli alberghi di lusso, da Milano a Roma fino a Matera e Siracusa.

Continua la differenziazione nel business dei grandi gruppi, anche attraverso partnership inusuali con startup che li portano a operare in settori del tutto inediti. La più attiva in tal senso è senz’altro Unipol, che ha recentemente messo il cappello su Elty.

COSA FA ELTY DI DAVINCI SALUTE

Si tratta del brand lanciato da DaVinci Salute di Andrea Orani, CEO e Co-Founder con Stefano Casagrande dell’healthtech italiana.

Fondata nel 2018 con l’obiettivo di operare in ambito sanitario la piattaforma, volta ad agevolare i contatti tra i pazienti e i professionisti intervenendo sui processi di gestione degli appuntamenti, nel giugno del 2021 ha condotto una raccolta fondi su backtowork24 che ha portato a un aumento di capitale di 269.452 euro.

Cifra non particolarmente rilevante ma che ha permesso – recitano i comunicati stampa del periodo – a DaVinci Salute di superare 1 milione di euro totali di funding e di ottenere una valutazione post-money di 7,75 milioni.

Il nuovo brand Elty è una novità delle ultime settimane. Il cambio nome non ha inciso sull’attività, che resta quella della piattaforma di matching tra domanda e offerta in campo sanitario. In merito, l’azienda parla di oltre 400.000 prenotazioni all’anno. La realtà conta quasi 100 dipendenti e supporta oltre 10.000 professionisti sanitari in centinaia di cliniche, con una base di oltre 900.000 pazienti gestiti.

UNIPOL, DAGLI HOTEL ALLA MANUTENZIONE DOMESTICA

Negli ultimi giorni la catena di alberghi controllata dal gruppo assicurativo ha inaugurato una struttura nella centralissima Piazza di Spagna a Roma e ne ha annunciato altre due a Siracusa e Matera. A Milano ha invece vinto la gara per il Portello: sarà un grattacielo da 21 piani e 176 camere firmato dall’archistar Michele De Lucchi vicinissimo al centro congressi MiCo e a City Life. L’obiettivo è riuscire ad aprire entro le Olimpiadi invernali del 2026.

Come avevamo evidenziato qualche tempo fa qua su Start, Unipol si è recentemente buttata nei servizi legati alla manutenzione domestica: cellulare alla mano è possibile richiedere il servizio desiderato (si va dalla riparazione del rubinetto all’installazione della caldaia), ottenere un preventivo e fissare l’appuntamento con l’omino in salopette che effettuerà il lavoro.

GRANDI GRUPPI IN FERMENTO

Negli ultimi giorni si è parlato soprattutto dell’arrivo, nel mercato dell’energia, di Fastweb che debutta con l’ambizioso obiettivo di raggiungere i 150 milioni di euro di ricavi in tre anni, come ha spiegato l’amministratore delegato Walter Renna, che invece snobba il gas “perché dipende solo da fonti fossili e noi abbiamo un approccio green serio”, ha tagliato corto il Ceo.

Sarà capitato a tutti, al supermercato, di vedere le schede telefoniche di CoopVoce: altro esempio di gruppo che ha allargato il proprio raggio d’azione. Per restare tra le tlc, WindTre invece, nel pieno della vendita della rete, ha deciso di rivolgersi al mercato assicurativo, dalle polizze casa e famiglia ai prodotti viaggio. Tutto questo con la veste di un’agenzia plurimandataria, Wind Tre Assicurazioni, che distribuirà prodotti di compagnie assicurative.

Le polizze per la casa sono di Net Insurance (gruppo Poste Italiane) mentre quelle a tutela dei viaggiatori sono di Inter Partner Assistance S.A.-Rappresentanza Generale per l’Italia, che fa capo ad Axa Partners Italia.

TUTTI IN SCIA A POSTE?

E proprio l’appena citata Poste Italiane risulta sicuramente la pioniera di questo modello e forse l’ispiratrice di tutti questi cambiamenti  dato che, oltre alle consegne, si occupa di vendere servizi finanziari e assicurativi ma, soprattutto, è pure player nei settori della telefonia mobile, dell’Internet domestico e delle utenze luce e gas.

Back To Top