skip to Main Content

L’Ucraina legalizza il Bitcoin. Tutte le differenze con El Salvador

Ucraina Criptovalute

Il parlamento ucraino ha approvato una legge che legalizza e regola le criptovalute. Tutte le differenze tra Ucraina ed El Salvador

Anche l’Ucraina apre alle criptovalute.

Con un voto quasi unanime, il parlamento ucraino ha adottato una legge che legalizza e regola le criptovalute.

Avviato nel 2020, il disegno di legge si dirige ora alla scrivania del presidente Volodymyr Zelenskyy per l’entrata in vigore.

Fino ad oggi, il commercio di criptovalute in Ucraina è esistito in un’area legale grigia: i cittadini erano autorizzati a comprare e scambiare monete digitali, ma gli exchange e le aziende coinvolte erano sotto stretta osservazione da parte delle forze dell’ordine, con azioni definibili “di disturbo”.

Questo disegno di legge dà ai cittadini il “permesso” di possedere e scambiare bitcoin e altre criptovalute. Inoltre, fornisce anche chiarezza sui portafogli e su cosa siano le chiavi private.

L’Ucraina è il quinto paese nelle ultime settimane a stabilire alcune regole di base per il mercato delle criptovalute. L’ultimo è stato El Salvador: dal 7 settembre il bitcoin ha corso legale nel paese sudamericano. Nonostante le grandi aspettative tra i fan delle criptovalute, il lancio ha coinciso con un calo dell’11,7% del valore della valuta nella giornata; il prezzo di Bitcoin è crollato da oltre $ 52.000 a $ 46.472 martedì, secondo CoinDesk.

Tutti i dettagli.

IL PARLAMENTO DI KIEV HA APPROVATO UN DISEGNO DI LEGGE CHE REGOLA LE CRIPTOVALUTE

Ieri il Parlamento ucraino ha approvato una legge che legalizza e regola bitcoin nel paese. Il disegno di legge redatto nel 2020 è passato con un totale di 276 legislatori a favore della legge e solo sei contrari.

“Lo sviluppo di una nuova industria consentirà di attrarre investimenti trasparenti e rafforzerà l’immagine del nostro Paese come stato ad alta tecnologia”, ha dichiarato Mykhailo Fedorov, vice primo ministro ucraino per la trasformazione digitale.

“Solo pochi Paesi al mondo hanno legalizzato le criptovalute: Germania, Lussemburgo, Singapore. L’Ucraina sarà uno di questi” ha sottlineato Fedorov.

LEGALIZZAZIONE DELLE CRIPTOVALUTE IN UCRAINA

Lo scopo principale di questo disegno di legge sembra fornire chiarimenti sul bene virtuale e proteggere coloro che possiedono bitcoin, dal momento che finora la criptovaluta non era né legale né illegale nel paese.

La nuova normativa consente ai cittadini dell’Ucraina di possedere e scambiare bitcoin e altre criptovalute. Con il via libera del parlamento a questa legge, i tribunali possono ora proteggere adeguatamente individui e aziende, poiché fornisce chiarezza fiscale e consente ufficialmente alle aziende di criptovalute di operare all’interno del paese. Stabilisce anche alcune linee guida su come l’Ucraina potrebbe provare a regolamentare maggiormente il bitcoin in futuro.

Se il presidente Zelenskyy firmerà il disegno di legge, i beni virtuali, i portafogli digitali e le chiavi private saranno termini sanciti dalla legge ucraina.

MA ATTENZIONE: BITCOIN NON HA CORSO LEGALE NEL PAESE

È importante notare che anche se il bitcoin è ora legale in Ucraina, ciò non significa che la criptovaluta abbia corso legale nel paese, come in El Salvador.

A differenza della decisione di El Salvador di adottare il bitcoin come moneta a corso legale, — evidenzia Cnbc — la legge ucraina sulle criptovalute non facilita il lancio del bitcoin come forma di pagamento e non lo pone su un piano di parità con la grivna, la valuta nazionale del paese. Ciò richiederà tutt’altro procedimento, ha sottolinea Euronews.

COME SI STANNO MUOVENDO GLI ALTRI STATI CON LE VALUTE DIGITALI

Sempre più paesi stanno procedendo verso la legalizzazione delle criptovalute.

Proprio questa settimana, El Salvador è diventato il primo paese ad adottare bitcoin come moneta a corso legale e a tenerlo in bilancio.

Tuttavia, il lancio di Bitcoin in El Salvador è stato alquanto turbolento. La scommessa su Bitcoin del presidente di El Salvador, Nayib Bukele, ha provocato una svendita anche di obbligazioni salvadoregne a lunga scadenza, aumentando i rendimenti e aggiungendo nuova pressione sul mercato del debito del paese. Il lancio ha anche portato a un’esplosione di proteste in tutto il paese.

Due settimane fa, Cuba ha approvato una legge per riconoscere e regolamentare le criptovalute, citando “ragioni di interesse socioeconomico”.

Il mese scorso, gli Stati Uniti hanno proposto regole sui “broker” di criptovalute nel loro disegno di legge infrastrutturale da 1 trilione di dollari — ha ricordato sempre Cnbc — e una nuova legge tedesca ora consente ai fondi precedentemente esclusi dall’investimento in criptovalute di allocare fino al 20% in valute virtuali come bitcoin.

In centro e sud America, Paraguay e Panama potrebbero essere i prossimi a seguire il percorso di El Salvador, ha scritto Fortune. Il Paraguay ha lavorato per diversi mesi su un disegno di legge per creare un ambiente di licenza per le criptovalute. E il paese centroamericano sta elaborando una bozza della propria legge sulle criptovalute.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore