skip to Main Content

Tim, cosa combina Vivendi con Macquarie?

Vivendi

Tutte le mosse di Vivendi con Macquarie su Tim e il ruolo di Sambuco (ex Elliott). Fatti, nomi e indiscrezioni

 

Sorpresa, perplessità, critiche. Sono alcuni degli stati d’animo che trapelano – secondo rumors raccolti da Start Magazine – da ambienti ministeriali per le ultime mosse sottotraccia del gruppo Vivendi sul dossier Tim.

Tutto nasce dall’indiscrezione pubblicata oggi dal quotidiano Mf, secondo cui i vertici del gruppo francese Vivendi hanno incontrato rappresentanti italiani del fondo australiano Macquarie per il dossier Tim.

Nulla di particolarmente clamoroso, si bisbiglia tra fonti vicine a Vivendi, visto che il fondo Macquarie è azionista di minoranza di Open Fiber: detiene il 40% (tramite la controllata Fibre Networks Holdings) della società frutto dell’acquisizione della quota da Enel, mentre il restante 60% è appannaggio di Cdp Equity (gruppo Cassa depositi e prestiti).

Interlocuzioni fisiologiche viste le prospettive di una società unica della rete?

Può essere.

Però da ambienti governativi si sottolinea che al contempo ministero dell’Economia e Cdp si sta trovando una quadra sulla società della rete con il fondo Kkr, che ha annunciato una potenziale Opa su Tim e che è in attesa di una risposta dal cda (ma da indiscrezioni non smentite Palazzo Chigi avrebbe una contrarietà di massima all’Opa mentre sarebbe aperto a una composizione pluralistica dell’azionariato della futura della società con baricentro sempre pubblico tramite Cdp).

Lo stupore che trapela sui pour parler fra Vivendi e Macquarie sono rinsaldate dalla constatazione che l’uomo di riferimento in Italia del fondo australiano specializzato nel settore delle reti e delle infrastrutture è Roberto Sambuco, neo senior managing director di Macquarie Capital, la divisione del colosso australiano Macquarie specializzata in advisory, capital markets e investimenti diretti.

Sambuco, in passato capo del dipartimento delle Comunicazioni al ministero dello Sviluppo economico, poi nella Vitale & Co e quindi uomo di punta di Elliott come advisor finanziario quando il fondo americano era in Tim contrapponendosi a Vivendi, ora dunque starebbe seguendo il filo dei discorsi con l’avversario di anni.

E’ la finanza, bellezza.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie da EnergiaOltre!

Errore

Back To Top
 

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie da EnergiaOltre!

Errore