Economia

Popolare Bari e non solo, ecco sponsor e tensioni sulla holding popolare

di

Che cosa si dice nel mondo delle banche popolari sull’ipotesi di una holding unica fra alcuni istituti del sud incentrata sulla Popolare di Bari alle prese con una difficile transizione

 

Le piccole popolari del Sud aprono al progetto di una holding unica e puntano agli incentivi fiscali che il governo potrebbe presto mettere a disposizione per favorire le aggregazioni bancarie. Secondo quanto risulta a MF-Milano Finanza, nelle ultime settimane diversi istituti avrebbero iniziato a studiare il progetto che, attraverso una forma di scorporo o di scissione, porterebbe alla nascita di una holding con funzioni di governo e coordinamento.

TUTTE LE ULTIME NOVITA’ SU POPOLARE DI BARI E NON SOLO

Questo nuovo assetto, caldeggiato dalla Vigilanza, se da un lato metterebbe in sicurezza le realtà più fragili, dall’altro consentirebbe di guadagnare efficienza attraverso significative sinergie di costo. Con queste finalità, il progetto è stato delineato da uno studio di fattibilità della Kpmg commissionato dalla Luigi Luzzatti spa, la società operativa dell’Assopopolari (QUI LO STUDIO INTEGRALE).

L’AZIONE DI ASSOPOPOLARI SU POPOLARE DI BARI E NON SOLO

L’associazione presieduta da Corrado Sforza Fogliani è infatti molto attenta all’evoluzione della categoria e già nella riunione del cda di domani potrebbe soffermarsi sul progetto e sugli umori al vertice degli istituti. Se sta crescendo il consenso attorno al progetto di una holding, le banche restano fredde di fronte all’alternativa, cioè un sistema di tutela istituzionale (Ips). Questa seconda soluzione, analoga a quella applicata dalle casse Reiffeisen, funzionerebbe come un accordo di reciproco sostegno, attivabile per esigenze di supporto patrimoniale o di liquidità.

LE DISCUSSIONI TRA POPOLARI

Non convince però l’idea che le popolari con i conti in ordine si facciano carico dei problemi di chi è in difficoltà, ragione per cui questa seconda proposta è stata accolta con forte perplessità. A favore del meccanismo della holding gioca del resto anche la possibilità di ricorrere al sistema di incentivi fiscali oggi allo studio del governo.

CHE COSA SI AGITA IN PARLAMENTO

In Parlamento sono infatti in discussione gli emendamenti di Lega e M5S per favorire le aggregazioni tra banche di medie e piccole dimensioni attraverso la conversione delle attività per imposte anticipate (Dta) in crediti di imposta, una misura a cui diversi istituti hanno iniziato a guardare con interesse.

IL PROGETTO HOLDING PRO POPOLARE DI BARI

In ogni caso, la creazione della holding non sarà un processo semplice. Per avviare il progetto servirà infatti una deroga alla riforma Renzi oppure una modifica della norma possibile dopo la sentenza del Consiglio di Stato. I tempi, però, potrebbero essere lunghi visto che i giudici non si esprimeranno prima della fine dell’anno, alla luce del responso della Corte di Giustizia Europea.

I TRAVAGLI DELLA POPOLARE DI BARI

Visti i tempi molto lunghi, non è ancora chiaro se al progetto potrà aderire la Popolare di Bari, che dovrà definire il proprio futuro entro giugno.

(estratto di un articolo pubblicato su Mf/Milano Finanza)

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati