skip to Main Content

Perché Microsoft si lancia nel Metaverso

Microsoft Cloud

Microsoft si iscrive alla corsa su Metaverso. L’analisi di Peter Garnry, Head of Equity Strategy per BG SAXO

Microsoft è destinata a diventare il terzo produttore di giochi al mondo con l’acquisizione di Activision Blizzard da 69 miliardi di dollari. La mossa ha senso date le sue precedenti acquisizioni di giochi e il franchise Xbox esistente. Il ceo Nadella ha spiegato che l’acquisizione è una scommessa a lungo termine, sul metaverso. Nel complesso, consideriamo l’accordo come un buon adattamento strategico concluso ad una cifra che non avrà un impatto negativo sui flussi di cassa della compagnia fondata da Bill Gates.

Parallelamente, Asml ha pubblicato la sua guida ai ricavi FY22 indicando una crescita del 20% contro il 18% previsto, evidenziando l’enorme domanda sottostante di semiconduttori.

L’ACQUISIZIONE DI ACTIVISION BLIZZARD È UNA SCOMMESSA SUL METAVERSO?

Microsoft scatenata. L’acquisizione di Activision Blizzard (nota per essere la società creatrice del game Call of Duty) per 69 miliardi di dollari ridimensiona la seconda più grande acquisizione compiuta da parte dell’azienda fondata da Bill Gates fino ad oggi, ovvero quella di LinkedIn pagata 26 miliardi di dollari nel 2016. L’accordo rafforza l’impegno di Microsoft nel campo dei games, ambito in cui diventerà la terza più grande società di giochi nel mondo. Una crescita che era iniziata con Xbox e proseguita con l’acquisizione di Minecraft e successivamente attraverso l’accordo con il produttore di giochi ZeniMax.

Microsoft è già il principale player dei software aziendali, settore che però potrebbe lentamente calare nel tempo dopo l’ultima ondata di crescita, innescata dal cloud computing e dall’infrastruttura, e dal passaggio di software come Windows e Office a un modello di abbonamento.

La mossa, dunque, è in linea con la strategia di Microsoft che ha sempre voluto diventare più popolare tra i consumatori come testimoniano i suoi precedenti sforzi su browser, motori di ricerca, siti di notizie (MSN), Xbox, e-mail ecc., trovandosi sempre la strada sbarrata da altre società tecnologiche come Facebook, Google e Apple. Il gaming sembra, dunque, essere il miglior percorso verso il regno dei consumatori e anche altre società come Apple, Netflix e Google si sono recentemente mosse in quella direzione.

Activision Blizzard ha registrato un ottimo 2021 ma ha dovuto affrontare uno scandalo di cattiva cultura aziendale che ha permesso a Microsoft di rimediare una valutazione più bassa concludendo un’ottima operazione.

Activision Blizzard è un’azienda con ricavi da 9,1 miliardi di dollari con un margine EBITDA del 42%, quindi, non avrà un impatto significativo sulla generazione di flussi di cassa gratuiti di Microsoft, il che è un vantaggio per gli azionisti Microsoft.

Il seguente commento del ceo Satya Nadella, “il gaming è la categoria più dinamica ed eccitante dell’intrattenimento su tutte le piattaforme oggi e svolgerà un ruolo chiave nello sviluppo delle piattaforme metaverse”, suggerisce i piani sono molto più grandi. Tuttavia, rimaniamo scettici nei confronti del metaverso, sebbene sia Microsoft che Meta (ex Facebook) sembrino prendere sul serio questa sfida per creare quella che dicono sia la prossima piattaforma informatica.

SEMICONDUTTORI, LA TRIMESTRALE DI ASML SVELA IL FOLLE SQUILIBRIO DOMANDA\OFFERTA

Asml ha riportato in questi giorni un fatturato del quarto trimestre pari a 5 miliardi di euro rispetto alla stima di 5,1 miliardi di euro. Le aspettative riguardo al primo trimestre 2022 sono in crescita se si considera un ordine da 2 miliardi di euro, che non può essere riconosciuto nel primo trimestre, e lo si distribuisce nei prossimi trimestri. Ad oggi la previsione delle entrate per l’anno fiscale 2022 è di una crescita del 20% rispetto al consensus degli analisti che parlano del 18%. Inoltre, la società ribadisce il suo piano al 2025 che considera di raggiungere quota 24-30 miliardi di fattura e valuta comunque forti opportunità di crescita oltre il 2025. Gli investitori hanno reagito positivamente al rilascio degli utili.

Il ceo Peter Wennick ha dichiarato su Bloomberg TV che l’attuale domanda di semiconduttori è del 40-50% superiore all’attuale capacità massima, suggerendo spese in conto capitale significative nel settore nei prossimi anni. Il ceo afferma che ci vorranno 2-3 anni per eliminare lo squilibrio tra domanda e offerta.

Asml è stata la prima grande azienda tecnologica a riportare gli utili del quarto trimestre e le forti prospettive hanno già sollevato il sentiment tra gli altri titoli tecnologici nelle ultime sessioni di mercato.

 

 

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie da EnergiaOltre!

Errore

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie da EnergiaOltre!

Errore