skip to Main Content

Perché i tagli al personale di Walmart sono un campanello d’allarme per l’economia Usa

Walmart Paramount

Walmart sta tagliando posti di lavoro dopo che la scorsa settimana il colosso statunitense della vendita al dettaglio ha emesso il suo secondo profit warning in 10 settimane. La società, uno dei maggiori datori di lavoro in Usa, ha avvertito che i consumatori stanno diminuendo le spese a causa dell’inflazione

Walmart sta tagliando posti di lavoro nell’ambito di una ristrutturazione aziendale.

Dopo le anticipazioni del Wall Street Journal, ieri il colosso Usa della vendita al dettaglio ha confermato che sta avviando licenziamenti e ristrutturazioni aziendali.

Una settimana fa il gigante della grande distribuzione dell’Arkansansas aveva anche avvertito del calo dei profitti.

Sarebbero a rischio circa 200 posti di lavoro secondo il Journal. Il colosso Usa del commercio ha iniziato a informare i dipendenti della sede centrale di Bentonville (Ark) e di altri aziendali del processo di ristrutturazione, che riguarda vari uffici tra cui il merchandising, la tecnologia globale e i team immobiliari. Tuttavia, un portavoce di Walmart, ha rifiutato di dire quanti lavoratori saranno interessati e quali divisioni hanno subito tagli.

In una dichiarazione alla Cnbc, Walmart ha descritto i licenziamenti come un modo per “posizionare meglio l’azienda per un futuro forte”.

La mossa di Walmart, uno dei maggiori datori di lavoro del paese, rappresenta “un altro segno che indica un rallentamento del mercato del lavoro e dell’economia americana” commenta il Washington Post.

Tutti i dettagli.

I TAGLI AL PERSONALE ANNUNCIATI DA WALMART

Walmart sta licenziando circa 200 dipendenti aziendali, secondo i rapporti stampa.

In una dichiarazione, il più grande rivenditore al dettaglio degli Stati Uniti ha confermato che sta “aggiornando la nostra struttura e sviluppando ruoli selezionati per fornire chiarezza e posizionare meglio l’azienda per un futuro forte”.

Walmart ha sottolineato che sta ancora investendo e aggiungendo posti di lavoro in aree chiave come l’e-commerce, la pubblicità e la catena di approvvigionamento.

IL PROFIT WARNING

I tagli di posti di lavoro arrivano dopo che Walmart la scorsa settimana ha ridotto le sue prospettive di profitto per il secondo trimestre e il resto dell’anno, avvertendo che gli elevati costi di cibo e carburante hanno avuto un impatto sulla spesa dei clienti.

CALO DEGLI ACQUISTI

Walmart ha dovuto ridurre l’abbigliamento e altra merce che si è accumulata nei suoi negozi. La società ha quindi avvertito che si aspetta un rallentamento della spesa dei clienti per la merce generica per la seconda metà dell’anno.

PERCHÉ LE MOSSE DI WALMART SPAVENTANO GLI INVESTITORI

Walmart è il più grande datore di lavoro privato degli Stati Uniti e, sebbene la maggior parte dei suoi lavoratori sia rappresentato da personale a ore, conta migliaia di posti di lavoro. Al 31 gennaio, Walmart aveva 2,3 milioni di dipendenti in tutto il mondo, di cui 1,7 milioni negli Stati Uniti.

“L’azienda, vista come un punto di riferimento per l’economia della nazione, ha spaventato gli investitori il 25 luglio quando ha tagliato le sue prospettive per le indicazioni sui profitti trimestrali e per l’intero anno. Quel profit warning ha avuto “un effetto raggelante sul settore della vendita al dettaglio, trascinando al ribasso le azioni di società tra cui Macy’s e Amazon” sottolinea Cnbc.

RALLENTANO ANCHE LE ASSUNZIONI

L’annuncia di Walmart arriva mentre il mercato del lavoro statunitense si sta raffreddando.

Le aziende stanno riducendo il ritmo delle nuove assunzioni.

L’organico di Amazon si è ridotto di 99.000 persone a 1,52 milioni di dipendenti a livello globale alla fine del secondo trimestre. La forza lavoro dell’azienda era quasi raddoppiata durante la crisi sanitaria di Covid, poiché si affrettava a tenere il passo con la domanda dei clienti di generi alimentari, puzzle e altro online.

Anche altre società, tra cui Shopify e Robinhood, hanno recentemente annunciato licenziamenti. Molte big tech hanno modificato i programmi di assunzioni nelle ultime settimane. L’ultima è stata Google. A metà luglio il numero uno Sundar Pichai ha informato il personale di un rallentamento delle assunzioni. Prima ancora Meta. Il 29 giugno Mark Zuckerberg, proprietario e ceo di Meta (Facebook) ha annunciato ai dipendenti la decisione di ridurre del 30% il target delle assunzioni degli ingegneri. Nell’occasione Zuckerberg li ha avvisato di prepararsi a una profonda recessione economica.

Non è chiaro se Walmart abbia anche rallentato il ritmo delle assunzioni in negozi e magazzini. La società comunicherà i risultati del trimestre il prossimo 16 agosto e probabilmente fornirà un aggiornamento sull’organico complessivo.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie da EnergiaOltre!

Errore

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie da EnergiaOltre!

Errore