Economia

Perché Deutsche Bank rottamerà il 20% delle filiali

di

Deutsche Bank filiali

Deutsche Bank ha annunciato che chiuderà un quinto delle sue filiali in Germania motivando la decisione con l’accelerazione della digitalizzazione post pandemia.

 

Una filiale su cinque di Deutsche Bank chiuderà i battenti in Germania. “Vogliamo ridurre il numero di filiali da 500 a circa 400 il più rapidamente possibile”. Lo ha annunciato Philipp Gossow, responsabile del retail banking del gruppo, in una conferenza organizzata dal quotidiano Handelsblatt a Francoforte.

In questo modo il colosso creditizio tedesco proverà a risparmiare sui costi e capitalizzare le abitudini mutevoli dei clienti durante la pandemia di coronavirus. Come ha riferito un dirigente a Reuters.

Il nuovo ciclo di chiusure di filiali segue un’iniziativa simile lanciata nel 2016 quando Deutsche ha ridotto il numero di filiali da più di 700 a circa 500.

Le chiusure avverranno “il più rapidamente possibile” ha sottolineato Gossow.

IL PIANO DI DEUTSCHE BANK

I piani della banca devono ancora essere ancora discussi con il comitato aziendale e i posti di lavoro che andranno persi nelle agenzie interessate fanno parte dei 18mila tagli di posti di lavoro già annunciati dal presidente del consiglio di amministrazione, Christian Sewing, nel luglio 2019 nell’ambito della nuova strategia del gruppo.

LA RISTRUTTURAZIONE PARTITA NEL 2019

Dal 2019 Deutsche è stata nel bel mezzo di una ristrutturazione che comporta un parziale ritiro dalle attività di investment banking, una radicale contrazione del suo bilancio e il taglio di 18.000 posti di lavoro entro il 2022. Nella fase iniziale della crisi Covid-19, Deutsche aveva temporaneamente sospeso i licenziamenti.

PASSAGGIO AL MOBILE BANKING

I clienti di Deutsche Bank potranno in futuro effettuare operazioni più ordinarie nella rete di circa 800 filiali della controllata Postbank, dopo un lungo progetto di integrazione con la capogruppo. Secondo Gossow ora i clienti accettano di più l’online e il mobile banking rispetto al passato.

“Il coronavirus ha ulteriormente modificato le esigenze dei servizi di consulenza e delle filiali”, ha precisato Gossow.

Gossow ha riferito inoltre che i servizi di consulenza più complessi si stanno svolgendo sempre più tramite telefono o videochiamata e la banca avrebbe investito una somma (non comunicata) per sviluppare tali servizi digitali.

D’altronde, come sottolinea il Financial Times, l’unità di vendita al dettaglio di Deutsche, che ha più di 22 milioni di clienti a livello globale e rappresenta più di un terzo delle entrate, ha generato 269 milioni di euro di perdite nel 2019.

COME LA RIVALE COMMERZBANK

La decisione segue una mossa della rivale domestica Commerzbank. Quest’estate l’istituto ha annunciato che non avrebbe riaperto 200 — delle 1000 filiali — chiuse durante la pandemia.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati