Economia

Il governo Conte ha deciso di non fare la lotta all’evasione contro prestanomi e scatole cinesi?

di

Fca

Nel Piano nazionale delle riforme (Pnr) appena pubblicato dal governo c’è un inciso strano a pagina 48 in tema di riscossione… Il post di Enrico Zanetti, tributarista ed ex viceministro alle Finanze

 

Il Piano nazionale delle riforme (Pnr) appena pubblicato dal governo dedica alla spending review 17 righe e alla lotta all’evasione fiscale 127 righe.

Per chi potrebbe obiettare che conta la qualità, non la quantità, segnalo questo inciso a pagina 48 in tema di riscossione:

“Saranno utilizzate tecniche sofisticate di analisi dei debiti iscritti a ruolo per indirizzare l’attività di riscossione prioritariamente verso i debitori più solvibili e i crediti che hanno maggiori possibilità di essere riscossi, pur salvaguardando tutti i crediti affidati in riscossione mediante atti idonei a evitare la decadenza e la prescrizione”-

TRADUZIONE PER NON ADDETTI AI LAVORI: se ci sono prestanome e scatole societarie non perdiamo tempo e ci concentriamo su quei debitori trasparenti che sono così fessi da avere disponibilità liquide e beni intestati in chiaro.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati