Economia

Come cambiano i distretti industriali. Report Intesa Sanpaolo

di

distretti industriali

Numeri, confronti e scenari del decimo rapporto annuale sull’economia e la finanza dei distretti industriali, presentato oggi a Milano da Intesa Sanpaolo

I distretti sono i grandi protagonisti della ripresa in corso, con un fatturato in crescita del 4,6% nel biennio 2016-17 e margini che hanno toccato nuovi record, grazie soprattutto all’agroalimentare e alla meccanica. E’ quanto emerge dal decimo rapporto annuale sull’economia e la finanza dei distretti industriali, presentato oggi a Milano da Intesa Sanpaolo.

IL RAPPORTO

I distretti che crescono di più sono quelli dell’occhialeria di Belluno, della gomma del Sabino bergamasco e del Prosecco di Conegliano-Valdobbiadene. Crescita favorita proprio dalla logica del distretto, visto che le aziende “distrettuali” negli ultimi dieci anni sono cresciute del 13%, rispetto all’8,7% di quelle fuori da queste aree.

GLI ATTORI

La presenza di nuovi attori altamente dinamici e di esternalità positive rappresenteranno fattori di competitività importanti per i distretti industriali. Nel biennio 2018-19, infatti, è prevista un’accelerazione alla crescita pari al 5,8%, trainata nuovamente dai mercati esteri, in presenza di una domanda interna che rimane sostenuta, con un maggior ruolo per i beni di investimento.

LE FILIERE

In particolare, un contributo importante potrà venire dalla filiera metalmeccanica, sulla spinta di investimenti in macchinari e in Ict, a loro volta supportati dalle misure di incentivazione previste dal Piano Industria 4.0. Alla base del successo dei distretti italiani, una crescente diffusione di marchi, brevetti e certificazioni di qualità (Dop e Igp per l’agroalimentare) e una maggiore proiezione internazionale.

LO SCENARIO

Nei distretti un’impresa su dieci è gestita da under 35, con punte del 15,5% nel Mezzogiorno e del 20% nella metalmeccanica e nel sistema moda. In crescita anche le imprese femminili, particolarmente diffuse nell’agroalimentare (specie tra le aziende vitivinicole) e nella moda (nel distretto della maglieria di Carpi un imprenditore su due è una donna), con grande propensione verso il commercio internazionale.

Per il comunicato stampa cliccare qui

Per il Rapporto completo cliccare qui

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati