Economia

Come gli agricoltori italiani puntano sulla cinese Alibaba per l’export

di

cia Alibaba

Cia e Alibaba aiuteranno le aziende agricole italiane a promuovere il made in Italy nel mondo, tutti i dettagli

 

La ripresa dell’agricoltura italiana passa per la Cina. E per Alibaba, in particolare. La  Cia-Agricoltori Italiani ha siglato un accordo con la più grande piattaforma di e-commerce B2B per promuovere il made in Italy.

Tutti i dettagli.

L’INTESA CIA-ALIBABA

L’intesa siglata tra Cia e Alibaba.com impegna i due protagonisti a collaborare per sostenere e promuovere aziende e prodotti agroalimentari italiani.

COSA FARA’ ALIBABA

Alibaba, anche attraverso Adiacent, unico global service partner certificato dalla piattaforma B2b cinese per l’erogazione di servizi a valore aggiunto in Europa, collegherà acquirenti e fornitori, produttori e grossisti, che potranno condurre affari in modalità virtuale.

L’intesa ha durata di un anno.

IL SUPPORTO ALLE AZIENDE

Cia e Alibaba.com si impegneranno attivamente anche a favore delle singole aziende, tramite servizi di marketplace, con la creazione di materiale pubblicitario e informativo e la commercializzazione di prodotti e fornitori sulla vetrina “Padiglione Italia” del portale.

PERCHE’ LA CIA PUNTA SULL’E-COMMERCE

Il perché di un simile accordo non è difficile da intuire. Come spiegano gli agricoltori italiani, in una nota diffusa, l’e-commerce B2B (vale a dire lo scambio commerciale di prodotti o servizi tra aziende) è 11 volte più grande del B2C (business-to-consumer, ovvero rivolto dall’azienda al consumatore finale). Attualmente, l’export online italiano B2C vale 11,8 miliardi di euro, mentre l’export online tricolore B2B arriva a fatturare ben 132 miliardi.

Alibaba, sul fronte B2B, vanta 150 milioni di utenti registrati, 190 tra Paesi e Regioni coinvolte, oltre 300.000 richieste al giorno per 40 settori merceologici.

CIA: PUNTIAMO AD INTERNAZIONALIZZAZIONE AZIENDE

Tramite l’accordo Cia punta “all’internazionalizzazione delle aziende agricole e agroalimentari nazionali. Si può vincere la sfida dell’export agevolando l’accesso delle nostre imprese sui mercati stranieri, facilitando non solo il rapporto diretto tra aziende e consumatori, ma anche tra aziende stesse, offrendo nuove e importanti occasioni di sviluppo attraverso il commercio elettronico”, ha detto Dino Scanavino, presidente nazionale di Cia.

ALIBABA: CATEGORIA PIU’ RICERCATA E’ FOOD

E i presupposti per raggiungere gli obiettivi di Cia ci sono tutti. “La collaborazione siglata con Cia ci rende molto orgogliosi e si inserisce pienamente nel progetto a lungo termine di Alibaba.com per supportare le aziende italiane del settore agroalimentare, in particolare le realtà più piccole, nel loro percorso di digitalizzazione e internazionalizzazione -ha dichiarato Rodrigo Cipriani Foresio, Managing Director di Alibaba per il Sud Europa.

“Alibaba.com conta 20 milioni di buyer in tutto il mondo: la categoria più ricercata è proprio il food, e ciò significa che i prodotti italiani hanno enormi possibilità di farsi conoscere. Alibaba.com, la più grande fiera online al mondo, e Cia, hanno unito le forze per permettere al meglio della nostra produzione agroalimentare di essere apprezzata a livello globale”, ha aggiunto Cipriani Foresio.

Articoli correlati