skip to Main Content

China Telecom, ecco i piani di Borsa a Shanghai

China Telecom

China Telecom ha in programma di quotarsi a Shanghai e raccogliere più di 8 miliardi di dollari: sarebbe la Ipo più grande del 2021. Tutti i dettagli

 

La compagnia di telecomunicazioni cinese China Telecom potrebbe raccogliere più di 8 miliardi di dollari quotandosi alla borsa di Shanghai. Si tratterebbe, nel caso, della più grande offerta pubblica iniziale del 2021 finora, che giungerebbe dopo la rimozione del titolo della società (delisting) dalla New York Stock Exchange, la borsa valori di New York, a Wall Street.

IL VALORE DELL’OFFERTA

China Telecom ha detto di aver fissato, per la sua offerta, un prezzo di 4,53 yuan ad azione, per un totale di 47,1 miliardi di yuan. La somma potrebbe crescere fino a 54 miliardi yuan nel caso in cui, come scrive Bloomberg, venisse esercitata l’opzione di over-allotment: si tratta di uno strumento che favorisce la stabilizzazione delle quotazione di un titolo dopo l’offerta pubblica iniziale.

LA POLITICA DIETRO AL “DELISTING” DA WALL STREET

Lo scorso gennaio la China Telecom – insieme ad altre due società statali cinesi di telecomunicazioni: China Mobile e China Unicom – è stata “delistata” dalla borsa di New York a seguito delle misure restrittive agli investimenti tra Stati Uniti e Cina adottate dall’ex-presidente Donald Trump. Questa politica impedisce agli americani di investire in quelle aziende cinesi accusate di avere contatti con gli apparati militari di Pechino.

Nonostante la contrarietà del mondo imprenditoriale e finanziario, l’attuale presidente americano Joe Biden non ha revocato le misure del suo predecessore, visto anche il proseguimento delle tensioni economiche e politiche tra Washington e Pechino.

IL CONFRONTO CON LA IPO DI KUAISHOU

L’offerta pubblica iniziale di China Telecom a Shanghai sarebbe la più grande del 2021, andando a superare i 5,4 miliardi raccolti a febbraio da Kuaishou Technology – l’azienda tecnologica cinese che ha sviluppato l’omonima app, simile a TikTok – con la sua quotazione alla borsa di Hong Kong.

COSA FA (E FARÀ) CHINA TELECOM

China Telecom è il più grande operatore di linea fissa in Cina. I soldi raccolti con l’offerta pubblica iniziale verranno utilizzati, tra le altre cose, per il potenziamento delle infrastrutture per le reti 5G e per il cloud.

PERCHÉ LE AZIENDE CINESI SI QUOTANO IN PATRIA

A partire dagli anni Duemila molte società cinesi attive nei settori della tecnologia e delle telecomunicazioni si sono quotate sul mercato azionario statunitense, più avanzato rispetto a quello nazionale, con l’obiettivo di raccogliere finanziamenti.

Oggi, però, il contesto è molto diverso e la competizione geopolitica tra la Cina e l’America ha portato le aziende cinesi, su pressione delle autorità di Pechino, a quotarsi alle borse valori domestiche come quelle di Shanghai e di Shenzhen. È una tendenza che negli ultimi mesi ha conosciuto una forte accelerazione, vista la volontà del governo cinese di rafforzare il proprio controllo sulle grandi compagnie tecnologiche nazionali.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie da EnergiaOltre!

Errore

Back To Top
 

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie da EnergiaOltre!

Errore