Economia

Chi si contende il controllo della Popolare di Sondrio

di

popolare Sondrio

Assemblea dei soci della Popolare di Sondrio l’11 maggio. Si sfidano due liste. Ecco nomi, curricula e curiosità. L’articolo di Emanuela Rossi

 

Si avvia a un’assemblea storica Popolare di Sondrio che celebra quest’anno il suo 150esimo compleanno e che per la prima volta vede sfidarsi due liste per il consiglio d’amministrazione (cinque candidati) e per il collegio sindacale (sempre cinque, tre effettivi e due supplenti). Del resto, quella dell’11 maggio prossimo sarà l’ultima assemblea dei soci per la banca in veste di popolare: a fine 2021 dovrà infatti trasformarsi – dopo anni di opposizione e ricorsi – in società per azioni come prevede la riforma voluta nel 2015 dal governo Renzi.

LE DUE LISTE PER IL CDA DELLA POPOLARE DI SONDRIO

Come si diceva, a contendersi i cinque posti del board saranno quella dell’attuale governance, che ricandida i componenti uscenti grazie alle firme di 1.225 soci e lo 0,59% del capitale, e quella promossa e guidata da Luca Frigerio che è appoggiata da 20 soci con lo 0,96% delle quote e che avrà bisogno almeno di 250 voti. Della prima fanno parte Alessandro Carretta, Loretta Credaro, Donatella Depperu, Adriano Propersi ed Attilio Ferrari, mentre della seconda – oltre a Frigerio – Veronica Mariani, Valter Conca, Elisabetta Aicardi e Pierluigi Molla. Se la partita per il board è piuttosto difficile, alla lista di Frigerio potrebbe probabilmente andare la presidenza del collegio sindacale che spetta di diritto alle minoranze. Capolista per i sindaci è Serenella Rossano, commercialista, laureata in economia e in giurisprudenza, che è stata sindaco o amministratore di Edison Energia, Sg Leasing, Banca Profilo.

Peraltro, ha affermato ancora Frigerio, “sarò molto curioso di vedere se, dopo 150 anni senza liste di minoranza, ora spunterà una terza lista, magari appoggiata dai vertici della banca. In tal caso mi riserverò di approfondire motivazioni e circostanze della singolare iniziativa, augurandomi che le autorità di vigilanza accendano un faro”.

CHI È LO SFIDANTE LUCA FRIGERIO

Luca Frigerio, di Lecco, è un immobiliarista che proviene da una famiglia di imprenditori metallurgici che – come ricorda La Repubblica – da trent’anni è socio della Popolare di Sondrio. custodisce un pacco di titoli e insieme a pochi soci ha radunato lo 0,9%. Secondo quanto riportato dal quotidiano diretto da Maurizio Molinari, Frigerio intende “svecchiare la gestione e liberarla da condotte personalistiche volte a mantenere posizioni di potere e privilegi che hanno irritato anche la vigilanza creditizia”. Infatti, ha affermato, “se si pensa a una cooperativa viene in mente un insieme di soci riuniti per gestire un’attività nell’interesse comune, con la partecipazione di tutti. La realtà con cui mi sono confrontato è quanto di più lontano, senza possibilità di riunirsi né interagire”.

CHI SONO I COMPAGNI DI FRIGERIO

Nel gruppo guidato da Frigerio per dare l’assalto al consiglio d’amministrazione di Popolare di Sondrio ci sono anche due imprenditori: Veronica Mariani, fondatore e ceo di Premiaweb srl che opera nel settore del digital, e Pierluigi Molla, ex candidato della lista civica Noi Milano che sosteneva Beppe Sala nel 2016 – diventato poi sindaco del capoluogo lombardo – e figlio di santa Gianna Beretta Molla.

Spazio poi a Valter Conca, bocconiano e professore associato di Corporate Finance della SDA Bocconi School of Management, dove dal 2005 è anche direttore del Laboratorio Private Equity & Finanza per la Crescita, ed Elisabetta Aicardi, avvocato associato dello studio Nunziante e Magrone con uffici a Roma, Milano e Bologna.

I CANDIDATI DELLA LISTA DI MAGGIORANZA

Nella lista che pare destinata alla vittoria ci sono, appunto, tutti i componenti del cda uscente. Ecco dunque Alessandro Carretta, 67 anni, milanese e bocconiano, docente di Economia degli intermediari finanziari all’università “Tor Vergata” di Roma e in precedenza professore negli atenei di Urbino, di Lecce e della Bocconi, fellow della Sda Bocconi School of Management. Oltre a stare nel board della Popolare di Sondrio, tra gli altri incarichi Carretta è accademico onorario dell’Accademia Italiana di Economia Aziendale (AIDEA), di cui è stato presidente dal 2011 al 2014, membro dello Steering Committee di FINEST, Financial Intermediation Network of European Studies, e del Consiglio di amministrazione dell’Università di Roma Tor Vergata.

Con lui siede nel board Loretta Credaro, 60 anni, di Sondrio, vicepresidente di Confcommercio-Imprese per l’Italia, presidente di Confcommercio Sondrio e della Camera di Commercio di Sondrio. Tra gli incarichi attuali è pure vicepresidente vicario dell’Unione Agenti Axa Assicurazioni. C’è poi un’altra donna, Donatella Depperu, bocconiana e docente della Bocconi, da oltre 15 anni ordinario di Economia aziendale all’università Cattolica di Milano, direttore del CERSI – Centro di ricerca per lo sviluppo imprenditoriale che si trova a Cremona. Infine in lista troviamo Adriano Propersi, che insegna Economia aziendale al Politecnico di Milano e  docente a contratto all’università “Cattolica” di Economia delle aziende non profit, molto attivo nel mondo del volontariato, e Attilio Ferrari, ex managing director in Arca Holding Spa e Chief Administrative Officer in Arca Impresa Gestioni SGR SpA.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati