skip to Main Content

Banca Popolare Bari, tutte le sanzioni Bankitalia ai vertici dell’era Jacobini

Sanzioni di Bankitalia per 3,37 milioni di euro a carico degli ex vertici di Banca Popolare di Bari. Ecco nomi, numeri e dettagli

 

Sberla da oltre 3 milioni di euro contro gli ex vertici della Banca Popolare di Bari prima commissariata e ora approdata nelle mani pubbliche attraverso il Mediocredito centrale (istituto controllato da Invitalia del ministero dell’Economia).

Sanzioni di Bankitalia per 3,37 milioni di euro a carico degli ex vertici di Banca Popolare di Bari. La più pesante, per 1,5 milioni, è per Marco Jacobini, presidente per molti anni dell’istituto di credito poi arrestato, a gennaio 2020, in seguito alle inchieste della procura di Bari, ricorda oggi il Sole 24 Ore.

Per l’ex numero uno della Popolare di Bari, Marco Jacobini, anche la sanzione accessoria dell’interdizione dall’assunzione di incarichi presso intermediari vigilati per 3 anni.

Le sanzioni di Bankitalia – irrogate con 3 provvedimenti adottati tra aprile e giugno 2021 e pubblicati il 12 ottobre sul sito di via Nazionale – riguardano tutti i vecchi vertici, i componenti del cda e del collegio sindacale della banca per accertate «carenze nell’organizzazione e nei controlli interni e connessi riflessi sull’adeguatezza patrimoniale» e per anomalie nella erogazione e gestione del credito da parte degli ex componenti del comitato Crediti.

Oltre a Jacobini, le sanzioni più rilevanti riguardano l’ex direttore generale, Giorgio Papa (375mila euro e l’interdizione per 2 anni per altri incarichi), dell’ex condirettore generale Gianluca Jacobini (285mila euro e due anni di interdizione), figlio di Marco, e dell’ex ad Vincenzo De Bustis. Insieme a loro anche altri manager: l’ex dg Gregorio Monachino (51mila euro) e l’ex vice direttore, poi cfo della banca pugliese, Luigi Jacobini (60mila euro). Sanzioni, ma per importi inferiori, pure per vecchi membri del cda come Modestino Di Taranto (46mila euro), Francesco Pignataro (49mila euro), Paolo Nitti (60mila euro), Raffaele De Rango (53mila euro) e Luca Montrone (29mila euro).

Altre sanzioni riguardano gli ex sindaci Roberto Pirola (88mila euro), Antonio Dell’Atti (67mila euro) e Fabrizio Acerbis (84mila euro). Per quel che riguarda invece la composizione del vecchio comitato crediti sono stati multati Nicola Loperfido (175mila euro), Benedetto Maggi (89mila euro) e Vito Catalano (34mila euro).

Va ricordato – sottolinea Mf– che nell’autunno del 2020 è stata avviata una azione di responsabilità nei confronti di 20 soggetti di cui 19 tra ex consiglieri e sindaci e amministratori, vale a dire Vincenzo De Bustis, Gianvito Giannelli, Francesco Pignataro, Modestino Di Taranto, Luca Montrone, Francesco Giovanni Viti, Marco Jacobini, Gianluca Jacobini, Raffaele De Rango, Francesco Venturelli, Paolo Nitti, Gianfranco Viesti, Gregorio Monachino, Giorgio Papa, Arturo Sanguinetti, Alberto Longo, Roberto Pirola, Fabrizio Acerbis e Antonio Dell’Atti, oltre alla società di revisione PricewaterhouseCoopers.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore