.Economia, .Economia / Start up, Economia

Redmond sulle tracce di Nokia Here

di

Nokia

Nokia protagonista del mercato, secondo quanto riporta Bloomberg anche Microsoft si aggiungerebbe alla lista degli interessati alla divisione HERE del gruppo finlandese. Redmond sarebbe interessata all’acquisto di una quota di minoranza della divisione.

Anche Microsoft vorrebbe tirar via la pelle di Nokia dopo l’ultima muta. Sono sempre di più le società interessate ad accaparrarsi quel che resta della divisione mobile di Nokia, dopo che i finlandesi hanno deciso di incamminarsi nella strada delle telco. Secondo quanto riportato da Bloomberg, il colosso americano si aggiungerebbe tra i potenziali acquirenti di HERE, la piattaforma concentrata sullo sviluppo della cartografia. Dopo il cambio di casacca nella divisione smartphone, il legame tra Nokia e Microsoft si è particolarmente rafforzato e il contesto sembra essere dei più favorevoli per il ricongiungimento dei vecchi compagni di squadra. Microsoft mantiene tutt’ora un legame con Nokia, regolato da una concessione di licenza per le mappe a supporto nel nuovo Windows 10. Si tratta in realtà di una coesistenza tra due diverse risorse cartografiche, quelle di Bing e di quelle di HERE. Da qui nascerebbe l’interesse di Microsoft per integrare al meglio le due piattaforme per controllare ed essere maggiormente indipendente nella gestione delle mappe. La soluzione pensata da Redmond sarebbe quella di acquisire una quota di minoranza, aggiungendosi così ad una lunga lista di interessati che rendono per ora imprevedibili i risvolti. Sicuramente i finlandesi approfitteranno dell’interesse per aumentare il valore della piattaforma.

Una lunga fila per Nokia Here

Il primo degli interessanti a Nokia Here resta il colosso del ride sharing Uber, che secondo quanto riportato dal Wall Stree Journal qualche settimana fa, avrebbe pronta sul piatto un’offerta di 3 miliardi per l’acquisto, e in questo avrebbe dalla sua il supporto della cinese Baidu e di Apax. Altri gruppi presentati come potenziali interessanti sarebbero Tencent Holdings, NavInfo e EQT Partners AB, ma anche le grandi tedesche del mondo dell’automobile come Audi, BMW, Daimler, ma anche Hellman & Friedman, Silver Lake Management e Thoma Bravo.

Nokia

Cartografia digitale, un business sempre più importante

La cartografia digitale ha assunto negli anni un’importanza sempre maggiore, un settore che interessa in particolar modo a tutte le società che si occupano di logistica. Aziende come FedEX, Amazon, ma anche AirBnb e altri servizi di rental, utilizzano il ‘mapping’ per erogare in propri servizi. Nel futuro, il business potrebbe farsi ancor più interessante con l’avvento delle auto senza pilota che di cartografia digitale non ne potrebbero fare a meno. L’acquisto di HERE potrebbe radicalmente incidere sul settore visto che attualmente il ramo di Nokia domina il mercato dei sistemi di navigazione per auto.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati