.Economia, .Economia / Start up, Economia

Rumors dagli Usa: Apple pronta a comprare Walt Disney

di

Sulle pagine del Washington Post, il giornalista Matt Mcfarland riporta un’interessante teoria di Francis McInerney – Amministratore delegato di “North River Ventures”, una tra le più grandi compagnie d’analisi di media-marketing americane – secondo il quale, il fatto che la Apple potrebbe effettivamente acquistare il colosso mondiale creato dal sogno di Walter Disney, potrebbe essere non solo possibile, ma addirittura “spaventosamente evidente”.

Nel 1976 McInerney fu il co-fondatore del Northern Business Information, grosso bacino per la raccolta dati sulle compagnie di telecomunicazione in USA. Inoltre, l’attuale Managing Director di North River Ventures ha scritto anche il modello per la riassunzione, tra il 2000 e il 2006, di 350.000 dipendenti della Panasonic, siglando il più grande esempio di ristrutturazione aziendale nella storia. E’ stato citato ampiamente dai media globali, tra cui il Wall Street Journal, Forbes, Fortune, e il Financial Times. Ha scritto quattro libri sull’impatto del calo dei costi di informazione sulle organizzazioni aziendali.

Il successo di Apple è iniziato a diventare problema. Ricavi e profitti della società sono cresciuti così velocemente che è difficile che trovare nuovi mercati abbastanza grandi da garantire dei ricavi in questo mercato in rapida ascesa. Apple ha introdotto un dividendo in azioni e riacquistato altre azioni, per placare gli investitori che si stanno chiedendo se la più grande società di tecnologia al mondo per capitalizzazione sul mercato, sia ancora una società in crescita.

Apple, nel prossimo autunno, dovrebbe rilasciare uno smartwatch, in grado di fornire un’ulteriore spinta a questa crescita. Ma Francis McInerney, ha un’altra idea di come Apple può continuare a crescere. Perché non acquistare la Disney?

“Questa logica è così grandiosa che potrebbe succedere domani”, ha detto McInerney. “Le due aziende hanno un identico modo di pensare in mercati complementari. Non c’è niente che fanno senza competere l’una con l’altra. Se queste due società si fondessero, ciò significherebbe un meraviglioso accordo per l’immaginario collettivo”.

Anche se l’unione di Apple-Disney è stata oggetto di speculazione di Wall Street per anni, l’argomento di McInerney, non trae spunto da informazioni confidenziali che gli sono giunte dalle due società, ma questa è solo la sua analisi frutto dello studio delle culture delle due società, delle loro strategie d’investimento, e della loro necessità di lasciare i loro redditi in costante rialzo.

Secondo le stime di McInerney, Apple beneficerebbe di quest’accordo trovando modi per monetizzare l’offerta dei contenuti Disney e Disney avrebbe un luogo sicuro e redditizio nel mondo dei mezzi TV e video per vendere la sua merce. Avere Disney sotto l’ombrello di Apple sarebbe anche un bene se Apple avesse mai intenzione di lanciare la sua TV, che è stato proposto per anni, ma che non è mai diventato una realtà.

Allo stesso tempo, ci sono molte buone ragioni per pensare che questo accordo non accadrà mai. Apple fa raramente acquisizioni vistose. I 3 miliardi di dollari recentemente pagati per Beats sono la più grande acquisizione della società. La capitalizzazione di mercato della Disney è di 143 miliardi dollari, ei suoi azionisti si aspettano un premio in cima a quel prezzo.

Apple attualmente detiene 151.000 milioni di dollari in contanti e titoli negoziabili, ma la maggior parte di ciò è in mare aperto, e sarebbe tassato se portato di nuovo negli Stati Uniti. Un altro punto importante sarebbe la garanzia dei regolatori che approvano l’acquisizione.

Sia Apple che Disney non hanno risposto alle richieste di commento.

McInerney – che chiama questo potenziale affare “spaventosamente ovvio” – si affretta a precisare che il direttore esecutivo della Disney, Bob Iger, intrattiene ottimi rapporti con l’amministrazione della società californiana. Pare che tra le due società ci sia cordialità, ma per l’unione delle loro forze, la strada sembra ancora lontana.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati