skip to Main Content

TikTok E-commerce

TikTok pronta a sfidare Shein e Temu nell’e-commerce americano

TikTok è pronta a lanciare un'attività di e-commerce per i consumatori statunitensi. La piattaforma di social media farà concorrenza alle piattaforme di shopping fondate in Cina come Temu e Shein negli Stati Uniti.

Dopo la sfida lanciata a Threads e Twitter-X con i post solo testo, TikTok si prepara a un’altra corsa, quella dell’e-commerce.

Secondo quanto rivelato dal Wall Street Journal, la popolare app social di proprietà della cinese ByteDance vuole vendere prodotti Made in China agli americani. Il suo equivalente cinese Douyin ha già un’attività di e-commerce in Cina, ricorda Reuters.

Ora TikTok cercherà di replicare il successo di altre famose piattaforme di shopping fondate in Cina come Shein e Temu, accapparandosi una quota del mercato globale dell’e-commerce partendo da quello statunitense.

Lo scorso novembre la società aveva già lanciato silenziosamente TikTok Shop, l’attività di e-commerce dell’app, negli Stati Uniti. Ma TikTok Shop si concentra sul consentire a venditori locali di piccole e medie dimensioni di vendere merci agli utenti TikTok delle loro regioni.

La mossa di TikTok per far crescere la sua attività di e-commerce negli Stati Uniti arriva in un momento complicato nel paese. La piattaforma social sta affrontando infatti un esame approfondito da parte dei funzionari statunitensi per le preoccupazioni sulla sicurezza dei dati.

Tutti i dettagli.

LE NUOVE MOSSE DI TIKTOK NELL’E-COMMERCE

TikTok è pronta a lanciare un’attività di e-commerce negli Stati Uniti per vendere prodotti made in China ai consumatori. La piattaforma di condivisione video renderà il programma disponibile nel suo più grande mercato all’inizio di agosto.

Come spiega il Journal, l’iniziativa di TikTok è simile a “Venduto da Amazon” di Amazon e gestirà lo stoccaggio, la spedizione, il marketing, le transazioni, la logistica e i servizi post-vendita per produttori e commercianti in Cina.

LA DIFFERENZA CON TIKTOK SHOP

In realtà, come detto all’inizio, TikTok ha già avviato l’e-commerce con TikTok Shop in esecuzione negli Stati Uniti, nel Regno Unito e in Asia, ma la nuova iniziativa è nettamente diversa dal nuovo programma. TikTokShop infatti punta a replicare l’industria cinese dello shopping in live streaming da 400 miliardi di dollari al di fuori della terraferma.

Tuttavia, le transazioni di TikTok Shop non portano dollari a TikTok. I venditori ospitano trasmissioni di acquisto sulla piattaforma, ma alla fine i consumatori devono effettuare il check-out tramite i siti Web dei marchi e i partner di spedizione di terze parti evadono gli ordini.

Per il nuovo progetto di e-commerce, TikTok sta acquistando il proprio inventario e gestisce la propria rete logistica, precisa Quartz. Con la nuova iniziativa, TikTok punta ad aumentare l’importo totale delle transazioni di beni sulla piattaforma da 5 miliardi di dollari l’anno scorso a 20 miliardi quest’anno, evidenzia il Journal.

LA SFIDA A SHEIN E TEMU

Dunque, TikTok affronterà le altre piattaforme di shopping cinesi con sede negli Stati Uniti Shein e Temu, che hanno offerto ai clienti online prezzi incredibilmente bassi e un’ampia varietà di scelta.

Temu, un rivenditore di proprietà cinese con sede a Boston, quest’anno ha registrato un maggiore successo grazie a una popolare pubblicità del Super Bowl e all’esposizione di TikTok. Nel frattempo, Shein è diventato uno dei marchi di abbigliamento più famosi al mondo. La piattaforma ha guadagnato 100 miliardi di dollari dalle vendite nel 2022. Ma quel successo non è arrivato senza critiche, ricorda Forbes. L’impero del fast fashion di cui Shein è uno dei player principali ha anche affrontato critiche per il suo impatto ambientale, oltre che per le tutele dei lavoratori.

Back To Top