skip to Main Content

Apple Epic Games Google

Perché continua ancora la battaglia epica tra Apple ed Epic Games?

L'Epic Games Store è stato finalmente approvato da Cupertino per approdare su iOS. Ma ancora pochi giorni fa Apple ed Epic Games litigavano sui bottoni presenti nell'applicazione, continuando una telenovela ormai diventata grottesca

Tutto bene quel che finisce bene? Quando si tratta degli sgarri tra Apple ed Epic Games, due colossi del settore tech con alle spalle una lunghissima battaglia fatta di reclami, denunce, sentenze e carte bollate, è difficile sperare nel lieto fine. Dato che appunto dovrebbe essere già stato sancito da diverse pronunce. Eppure le due continuano a farsi dispetti. Tanto che l’ultima volta aveva perso le staffe persino il Commissario Ue alla concorrenza Thierry Breton.

CHE È SUCCESSO (ANCORA) TRA APPLE ED EPIC GAMES?

Occorre però riavvolgere il nastro, anche se solo di poche ore, per comprendere i motivi dietro l’ultimo inciampo. Lo scorso 5 luglio, Tim Sweeney, Ceo di Epic si era ancora lamentato pubblicamente del fatto che Apple avesse “respinto due volte la nostra richiesta di notarizzazione di Epic Games Store, sostenendo che il design e la posizione del pulsante Installa di Epic sono troppo simili al pulsante Ottieni di Apple e che la nostra etichetta Acquisti in-app sia troppo simile all’etichetta Acquisti in-app dell’App Store.”

 

LA LITE SUI BOTTONI

Questa volta insomma il casus belli riguarda il disegno e la posizione dei pulsanti. Una accusa che ha spinto Epic a parlare di posizione pretestuosa da parte di Apple nel dare ufficialmente seguito a pronunce e disposizioni comunitarie mentre ufficiosamente farebbe di tutto per rallentare l’iter.

“Stiamo utilizzando le stesse convenzioni di denominazione “Installa” e “Acquisti in-app” utilizzate nei più diffusi app store su diverse piattaforme e stiamo seguendo le convenzioni standard per i pulsanti nelle app iOS”, avevano fatto sapere da Epic. “Stiamo solo cercando di costruire un negozio che gli utenti mobile possano capire facilmente, e la divulgazione degli acquisti in-app è una best practice normativa seguita da tutti i negozi al giorno d’oggi.”

Sempre Sweeney via X ha poi aggiornato la propria utenza (in particolare i giocatori del successo videoludico noto come Fortnite) dicendo che “L’app di Epic Games Store per iOS è ora stata approvata da Apple e lo sviluppo è ricominciato”. Il Ceo ha comunque rimarcato l’ulteriore ritardo frutto dell’ennesimo stop and go. Tutto bene quel che finisce bene, insomma? Fino alla prossima lite epica tra Epic Games e Apple.

Back To Top