Advertisement
skip to Main Content

Gli Usa indagano sui rapporti tra un ex-Fbi e il Cremlino

Mcgonigal

Secondo gli inquirenti americani, vi sarebbe una connessione di McGonigal, ex-Fbi, con il miliardario russo legato al Cremlino Oleg Deripaska. E non solo. L’articolo di Giuseppe Gagliano

Le autorità negli Stati Uniti hanno avviato almeno due indagini separate sui rapporti commerciali di Charles McGonigal, ex dipendente di più alto rango del Federal Bureau of Investigation (FBI) .

TUTTE LE CONNESSIONI DI MCGONIGAL CON IL CREMLINO

Secondo gli inquirenti vi sarebbe una presunta connessione di McGonigal con il miliardario russo legato al Cremlino Oleg Deripaska. Al contrario, si sa relativamente poco dei suoi presunti rapporti con gli albanesi e altri funzionari e intermediari balcanici, alcuni dei quali sembrano avere legami anche con i servizi di sicurezza albanesi. Ma vediamo di ricostruire in breve la vicenda.

McGonigal, 54 anni, è andato in pensione nel 2018 dopo una carriera di 22 anni presso l’FBI, durante la quale è stato a capo della controspionaggio a New York. È stato arrestato sabato a New York, al ritorno negli Stati Uniti da un viaggio in Sri Lanka. Deve rispondere della accusa di aver cospirato con Shestakov, un cittadino statunitense naturalizzato, per fornire servizi a Deripaska. Quest’ultimo è inserito in una lunga lista di oligarchi legati al Cremlino, che sono stati soggetti a severe sanzioni statunitensi dal 2018. Lavorando per Deripaska, McGonigal è accusato nello stato di New York di violare le sanzioni del governo degli Stati Uniti e di impegnarsi nel riciclaggio di denaro.

Tuttavia, l’ex agente speciale dell’FBI sta affrontando altre accuse a Washington, che comportano attività illecite che presumibilmente ha intrapreso mentre prestava ancora servizio nell’FBI. Secondo l’accusa, McGonigal ha ricevuto oltre 225.000 dollari da un uomo d’affari americano albanese, che è anche un ex dipendente dell’intelligence albanese. In cambio, McGonigal avrebbe contribuito a promuovere gli interessi dell’uomo d’affari negli Stati Uniti e all’estero. Durante quel periodo, McGonigal non avrebbe rivelato i suoi presunti legami finanziari con l’uomo d’affari, come richiesto da tutti i dipendenti dell’FBI.

COSA DICONO LE INDAGINI

Secondo le indagini degli inquirenti McGonigal si è recato in Albania mentre prestava ancora servizio nell’FBI, dove avrebbe incontrato alti politici balcanici, tra cui l’allora primo ministro dell’Albania. McGonigal è accusato di aver intrapreso apparenti pressioni durante quel viaggio, in un caso consigliando al primo ministro albanese di esercitare cautela nell’offrire licenze di perforazione del petrolio alle società legate alla Russia.

Durante lo stesso viaggio, si dice che McGonigal abbia incontrato “un cittadino albanese che era impiegato in un conglomerato energetico cinese e operava come consulente informale del Primo Ministro dell’Albania, mantenendo un account e-mail e un passaporto ufficiali del governo albanese”.

In relazione all’indagine di Washington, i pubblici ministeri stanno ora esaminando i viaggi di McGonigal in Europa negli ultimi anni, durante i quali si dice che abbia incontrato funzionari governativi di diversi paesi come Germania, Austria, Kosovo, Albania, Montenegro e Bosnia-Erzegovina. C’è anche un’indagine su “pagamenti o regali” che McGonigal potrebbe aver ricevuto dai funzionari balcanici o “persone ad essi associate”. Secondo i suoi avvocati, McGonigal ha negato tutte le accuse contro di lui. È stato liberato con una cauzione di 500.000 dollari, ma ha consegnato il suo passaporto e non è autorizzato a lasciare gli Stati Uniti. Rischia fino a 20 anni di carcere.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie da EnergiaOltre!

Errore

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie da EnergiaOltre!

Errore