Advertisement Advertisement
Home   |   Chi siamo
AiCARR

AiCARR, Associazione Italiana Condizionamento dell’Aria Riscaldamento e Refrigerazione, ha un nuovo presidente: è Francesca Romana d’Ambrosio, ordinario di Fisica tecnica ambientale all’Università di Salerno

 

Cambio di Presidenza in AiCARR, l’Associazione Italiana Condizionamento dell’Aria Riscaldamento e Refrigerazione: Livio de Santoli, ordinario de La Sapienza ed energy manager dello stesso ateneo passa il testimone a Francesca Romana d’Ambrosio, ordinario di Fisica tecnica ambientale all’Università di Salerno.

Il nuovo Presidente Francesca d’Ambrosio ha già le idee chiare: “AiCARR continuerà nel solco tracciato dalle presidenze che mi hanno preceduto, la nostra attività sarà incentrata sull’ambito normativo e legislativo nell’interesse dei tanti soci professionisti e delle aziende che ci seguono e delle Università che garantiscono terzietà e supporto scientifico alle nostre attività. Immagino un’associazione che, tenendo bene salde le radici nel lavoro fatto in questi anni, continui sui temi vitali del nostro settore: prima fra tutte l’efficienza energetica, quale driver di sviluppo della nostra crescita economica; la sostenibilità ambientale ed energetica e lo studio di forme di contrasto alla povertà energetica, fenomeno che dobbiamo sempre con più forza portare all’interno del dibattito pubblico ed istituzionale. Con lo stesso impegno continueremo a seguire il tema dell’evoluzione normativa e legislativa ai tavoli tecnici nei quali siamo presenti, tra cui quello dei beni culturali e dell’ergonomia. Dobbiamo diffondere sempre con più convinzione la cultura di AiCARR attraverso la nostra Formazione, la pubblicazione di position paper dedicati ai nostri temi, l’incremento di rapporti instaurati con Assistal, CNI, CNA, ANACI, FREE e l’Associazione nazionale della Fisica Tecnica. Non ultimo puntare anche sul potenziamento del rapporto con altre Associazioni con cui è possibile individuare progetti comuni e il consolidamento dei rapporti internazionali con REHVA e ASHRAE”.

Livio de Santoli, past president di AiCARR, ha tracciato un bilancio del suo mandato, mettendo in rilievo i punti principali del triennio scorso: “Mi piace mettere in evidenza di questo triennio la partecipazione di AiCARR al Gruppo di lavoro Energia della Fondazione Astrid e al direttico del Coordinamento Free, occasioni nelle quali abbiamo espresso le nostre posizioni su temi come la decarbonizzazione, la transizione verso un nuovo modello energetico e l’affermazione di un nuovo modello collaborativo anche in materia energetica. Così come un argomento sul quale bisogna continuare a lavorare è quello dell’elettrificazione della domanda finale. Abbiamo avanzato proposte anche sugli aspetti sociali dell’energia, perché abbiamo creduto che l’ingegnere oggi deve impegnarsi anche su un compito sociale. Per questo motivo abbiamo preparato documenti sull’etica dei rapporti professionali con aziende, installatori, manutentori e amministrazioni pubbliche (il codice etico, sul quale occorre andare avanti e approfondire il tema delle reciproche relazioni tra gli attori del processo impiantistico ed edilizio), abbiamo fornito il nostro contributo sull’energia nel comparto dell’agricoltura in ambito Expo, abbiamo discusso di smart grid, su questo scritto libri e riferito del ruolo degli smart energy system in una strategia ultradecennale, e fatto proposte sui beni culturali, arrivando addirittura ad affermare che “l’efficienza energetica è uno strumento di tutela”.

Cerca