.Tecnologia / Innovazione, Innovazione

Google Glass diventa una divisione di Google. Cambia la strategia di Big G

di

Google Glass Tony Fadell

Google Glass diventa una divisione di Google, il progetto, fiore all’occhiello di Mountain View diventa oramai “maggiorenne”. Per questo cambiano anche le strategie commerciali e di produzioni

Google Glass diventa una divisione separata di Google. I Google Glass ora lasciano il famoso laboratorio nel quale il gruppo di Big G lavora a progetti che potrebbero non vedere mai la luce, tra sperimentazioni e prototipi. Tony Fadell, ex top manager di Apple (nella foto di evidenza), guiderà la divisione e continuerà a gestire Nest, la start up acquistata da Google all’inizio dell’anno scorso, per la cifra di 3,2 miliardi di dollari.

Google Glass

Google Glass

Fadell – arrivato nel gruppo Google proprio in occasione dell’acquisizione di Nest e di tecnologie per gli apparecchi smart per la casa – sarà a capo della divisione Google Glass che nei fatti sarà guidata da Ivy Ross.

Google Glass avrà una strategia diversa dal passato, in parte ispirata alle strategie di Apple: produzione, segretezza, test e vendite. Nel caso di Google Glass nel passato si era fatto diversamente: con la prototipazione di Google Glass e la vendita, negli Usa, per 1500 dollari. Ma non erano mancati i problemi tecnici e sul fronte della privacy, che hanno un pò indebolito le aspettative del mercato. Anche in Italia, per esempio, si aspettavano i Google Glass mesi fa, ma di fatto non si sono mai visti.

Google ora fermerà in America la vendita dei “vecchi” Google Glass a partire dal prossimo 19 Gennaio, ma continuerà a vendere a sviluppatori e ad aziende. Big G ha programmato una nuova, migliore, versione dei Google Glass per l’anno in corso. Sarà il 2015 l’anno dei Google Glass? In parte dipende anche da Tony Fadell.

 

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati