skip to Main Content

BlackPhone 2, per i maniaci della privacy

Silent Circle ci riprova, dopo il successo dello scorso anno torna al Mobile World Congress di Barcellona con due nuovi modelli, uno smartphone e un tablet per maniaci della sicurezza: BlackPhone 2 e BlackPhone +.

La fortuna della compagnia fondata dall’ex Navy Seal ed esperto di sicurezza Mike Janke e dall’esperto di crittografia Phil Zimmerman è legata all’onda d’indignazione e preoccupazioni che ha seguito le vicende del Datagate che hanno reso intrigante l’idea di un cellulare “anti-intercettazioni”. Lo scorso anno BlackPhone aveva riscosso un discreto successo mediatico presentando un sistema capace di criptare le informazioni, questa volta torna a Barcellona con due nuovi modelli.

 Silent Circle propone linee essenziali, un sobrissimo color nero, da chi preferisce puntare tutto sull’aspetto pratico. L’ultimo arrivato della gamma BlackPhone 2, si tratta di un terminale con display da 5,5 pollici Full HD, batteria da 3060 mAh, 3GB di RAM e chip octa-core a 64-bit con modem LTE. L’anima della macchina è costituita dalla piattaforma, derivata da Android, PrivatOS che nel corso del tempo è stata migliorata e arricchita con funzioni per soddisfare maggiormente il bisogno di privacy. Vi è ad esempio la possibilità di impostare diversi login separare i contenuti dello smartphone o la modalità Silent Meeting per le conferenze crittografate.

Blackphone + è invece un tablet incentrato sulla privacy. Finora, non ci sono specifiche esatte sul tablet (in quanto non ancora pronto per il debutto). Per entrambi i dispositivi non è stato rilasciato ancora il prezzo, sappiamo però che entrambi arriveranno sul mercato nella seconda metà di quest’anno.

blackphone-2-2-2550x1700

BlackPhone comunque non è sola in tema di sicurezza. Anche altre società, come la finlandese Jolla, hanno presentato una nuova versione del sistema operativo Sailfish compatibile con un’interfaccia basata sui gesti. In più arriva con Sailfish Secure, versione dotata di funzioni per criptare le comunicazioni. Qualcomm invece ha sviluppato  un sensore a ultrasuoni per le impronte digitali. AVG invece ha presentato (è ancora un prototipo)  degli occhiali anti-riconoscimento.

 

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore