skip to Main Content

Che fine hanno fatto i Google Glass in Italia?

Google Glass

I Google Glass costano, da listino, al momento 1500 dollari circa. A stretto giro, in Italia, è arrivata la diffida da Mountain View e il prodotto, che al momento è disponibile solo negli USA, in Gran Bretagna e attraverso il programma Explorer, è stato ritirato.

Dal canto suo Mediaworld, attraverso un responsabile, si è premurata di comunicare che gli occhiali erano stati esposti solo per un errore ma non sono stati venduta, mentre resta ancora un mistero se la Saturn abbia effettivamente venduto qualche esemplare di questo prodotto oppure no, dato il prezzo notevolmente eccessivo rispetto a quello presente nel mercato statunitense.

Ma cosa sono e come funzionano i Google Glass?

Sono occhiali a realtà aumentata che permettono di fare foto, video e di condividerle su social network, oltre, con un’adeguata connessione wi-fi, di navigare su internet e persino di telefonare e inviare sms. Ovviamente il tutto è governato dal sistema operativo Android ma i Google Glass sono compatibili con qualsiasi smartphone dotato di bluetooth. Hanno una montatura con un telaio resistente, adattabile ad ogni viso e dotata di touchpad.

Google sta inoltre studiando un sistema di riconoscimento facciale per la protezione dei dati personali. Finora sono disponibili in cinque colorazioni (carbone, mandarino, cotone, cielo, roccia) e nella confezione è compreso cavo, caricabatterie, auricolari mono e custodia.

Dei giovani scenziati di This Place stanno, inoltre, cercando di sviluppare un software, il MindRDR, una sorta di cuffia elettronica che sarebbe in grado di collegare i Google Glass a un sensore per encefalogramma e permettere così di comandare gli occhiali hi-tech con la sola forza del pensiero.

L’uso dei Google Glass si è esteso anche al campo sanitario e delle sicurezza, come dimostra il caso della polizia di New York.

L’inventore dei Google Glass, lo scienziato Babak Paviz, di recente è invece passato a lavorare per la concorrenza, ovvero per Amazon dove avrà il compito di lavorare sulle future applicazioni ottiche dei Fire Phone. È stato sostituito dall’esperta di marketing Ivy Ross, capo della divisione occhiali.

 

 

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie da EnergiaOltre!

Errore

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie da EnergiaOltre!

Errore