.Economia, Economia

Twitter, al via i tagli. Chiudono gli uffici italiani

di

twitter

Dopo il gran successo ottenuto nel giorno dell’electionDay, Twitter fa i conti con i tagli al personale. La società chiude gli uffici italiani

Nemmeno il tempo di gioire che Twitter deve fare i conti con addii e nuove sconfitte. O almeno, con nuove ammissioni di sconfitta. La società, che ha registrato oltre 75 milioni di “cinguettii” relativi a #Election2016, ha deciso di chiudere gli uffici italiani. Ma partiamo dall’inizio. E dal suo ultimo successo.

Numeri da record, grazie alle elezioni Usa

Le elezioni americane hanno regalato numeri record a Twitter. La piattaforma di microblogging ha raccolto oltre 75 milioni di “cinguettii” relativi a #Election2016 nella giornata del voto fino al momento dell’annuncio della vittoria di Donald Trump. Numeri importanti, soprattutto se si pensa che l’intero Election Day abbia totalizzato “appena” 31 milioni di tweet nel 2012.
Il picco si è verificato nella mattinata americana con 27 mila tweet al minuto.

Twitter: anche il Coo Adam Bain abbandona la nave che affonda

Adam Bain twitter

Adam Bain

Non basta però una buona performance a salvare il social network. E lo sa bene anche il chief operating officer (coo) e vicepresidente Adam Bain, che ha deciso di abbandonare la nave. A sostituirlo, ha annunciato il microblog, è il chief financial officer Anthony Noto.

Adam Bain sa bene che questo non è un buon periodo per la piattaforma del cinguettio. Da mesi, Twitter è alla ricerca di un pretendente per l’acquisizione, ma senza successo, e nelle scorse settimane il social ha annunciato la chiusura di Vine, l’app per i video lampo di 6 secondi, e ha deciso un taglio del 9% della forza lavoro.

Twitter chiude gli uffici in Italia

Quelle che erano fino ad oggi solo delle indiscrezioni, ora sono delle certezze. Gli uffici italiani di Twitter chiudono: i 16 dipendenti, guidati da country manager Salvatore Ippolito, sono in attesa di scoprire l’esito della trattativa sindacale avviata dall’azienda.

Il social network è in fase di ristrutturazione e le scelte fatte in Italia fanno parte di un piano che prevede anche l’annunciato licenziamento di 300 dipendenti. Grazie all’eliminazione delle filiali internazionali, la società di microblogging spera di tagliare le spese e aumentare gli utili.

Intanto, sul mercato azionario, il social network continua a perdere capitalizzazione. Dallo scorso dicembre, le azioni di Twitter sono passate da 26 a 18 dollari.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati