.Economia, Economia

Perchè Qualcomm ha acquisito Nxp Semiconductors

di

Qualcomm Chips

La californiana Qualcomm ha speso ben 47 miliardi di dollari per acquistare xp Semiconductors, società olandese specializzata nel campo dei chip per il settore auto

Maxi acquisizione per Qualcomm, gruppo californiano specializzato nella produzione di microprocessori per smartphone: l’azienda ha acquisito Nxp Semiconductors, società olandese  specializzata nel campo dei chip per il settore auto. Si tratta della più grande acquisizione del settore, chiusa per un valore commerciale commerciale  pari a 47 miliardi di dollari (in realtà, l’azienda americana pagherà 38 miliardi di dollari, i 47 comprendono il debito).

Decisamente un affare, per Qualcomm, secondo quanto scrive Bloomberg. L’azienda californiana, infatti, offre 110 dollari per ogni azione Nxp, con un premio del 34% sul prezzo dello scambio del titolo di Nxp prima del 29 settembre, giorno in cui sono state pubblicate le prime indiscrezioni sull’acquisizione. Secondo il quotidiano americano, infatti, Nxp poteva chiedere anche 120 dollari.

Molto probabilmente a convincere l’azienda olandese ad accettare un’offerta così bassa, il fatto che non vi fossero altri pretendenti oltre a Qualcomm.

Perchè Qualcomm ha speso 47 miliardi di dollari per comprare Nxp?

È semplice, grazie all’acquisizione la società americana potrà ampliare il suo core business ed entrare nel promettente mercato dell’automotive. L’azienda di San Diego vuole essere un gigante tuttofare, capace di progettare qualsiasi chip, siano esse per smartphone o per auto e oggetti intelligenti.  Lo scorso anno, proprio NXP aveva acquisito Freescale Semiconductor per 16.7 miliardi di dollari (debiti inclusi), diventando un player fondamentale nel segmento dei microcontrollori a segnale misto ad alte prestazioni e nel mercato automobilistico.

Nessuna sorpresa, ci stavamo guardando intorno” ha commentato Steve Mollenkopf, Ceo di Qualcomm. “L’acquisizione di Nxp accelera la nostra strategia. Strategia che prevede di ampliare la nostra tecnologia per il mobile con nuove opportunità”.

“Vvogliamo posizionarci per guidare il mercato con soluzioni integrate per i semiconduttori”, ha concluso il Ceo Steve Mollenkopf.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati