.Economia, Economia

Perché è bizzarro il deragliamento di Padoan e Calenda su Ntv e Italo

di

carlo calenda

Il commento di Mario Seminerio, curatore del blog Phastidio.net, a latere dell’operazione del fondo americano Gip su Ntv di Montezemolo e Cattaneo

 

Ora che è acquisito che NTV Italo andrà al fondo statunitense Global Infrastructure Partners, che non è un fondo locusta o un perfido spekulatore ma un’entità specializzata in investimenti infrastrutturali, resta da capire la ragione che ha spinto Il MEF ed il MISE a pubblicare un singolare comunicato congiunto, nella giornata di ieri, in cui si sospirava la preferenza per la quotazione e di conseguenza il mantenimento in mani italiane del controllo di NTV.

LA BIZZARRIA DEL COMUNICATO

Comunicato del tutto irrituale in cui la controllante di Trenitalia, concorrente di Italo, auspica che si arrivi a quotazione, pur compiacendosi per l’interesse di “potenziali investitori”. Probabilmente non è un diktat, visto che è stato ignorato dagli azionisti di NTV, ma è una sorta di “suggerimento”, che i più maliziosi potrebbero anche considerare come diretto soprattutto alla “banca di sistema”, Intesa Sanpaolo, anche dopo la ricca dotazione che la medesima ha ottenuto per rilevare la polpa delle due banche venete schiantate. A proposito, ma è troppo chiedere che un esecutivo conosca l’esatto nome della maggiore banca italiana e non la definisca “Banca Intesa”?

BORSA O AMERICA?

ntvPer poter partecipare alle liberalizzazioni europee che stanno per arrivare, a NTV serviranno spalle molto larghe, e questo fondo promette di averle. Di certo, andare in quotazione con la formula dell’offerta pubblica di vendita, cioè di cessione di quote azionarie di soci incumbent e senza emissione di nuove azioni, cioè senza raccolta di soldi freschi, non appariva esattamente un’operazione espansiva quanto il desiderio degli azionisti di monetizzare il proprio investimento (soprattutto Intesa Sanpaolo, che aveva già ceduto una quota al fondo Peninsula Capital), dopo la difficile ristrutturazione degli anni scorsi.

PIAGNISTEO IN ARRIVO?

Quindi, per chiamare le cose col loro nome, la quotazione, per come ipotizzata, non era strumento per crescere. Ciò detto, e ferma restando l’irritualità del comunicato MEF-MISE, ora dovremo sorbirci i piagnistei dei patrioti, che sono già iniziati. Eppure, NTV resterà in Italia, con personale italiano, e pagherà le tasse in Italia, ed è destinata a crescere.

(estratto di un commento pubblicato su www.phastidio.net)

NTV, IL FONDO USA E IL RUOLO DI CREDIT SUISSE. L”ARTICOLO DI MICHELE ARNESE PER START MAGAZINE

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati