.Economia, Economia

Boom di Alibaba: utili registrano un più 94%

di

Alibaba

Alibaba registra utili e ricavi record, battendo tutte le stime degli analisti

Presente e futuro roseo per Alibaba. La società di e-commerce cinese, guidata da Jack Ma, continua a registrare numeri da record, superando anche le migliori stime degli analisti. Intanto si moltiplicano i progetti e il core business si allarga.

Trimestrale da record

alibabaNumeri più che positivi per Alibaba, i cui conti continuano a registrare aumenti importanti. Gli utili netti nel secondo trimestre 2017 sono arrivati a registrare un +94%, trainati dall’e-commerce e dai servizi cloud. I ricavi del colosso cinese dell’e-commerce, invece, sono cresciuti del 56% a 50,2 miliardi di yuan (7,4 miliardi di dollari), superando le stime degli analisti (la media delle stime fatta da Bloomberg era di 47,9 miliardi di yuan).

I consumatori attivi annuali sui mercati al dettaglio cinese hanno raggiunto 466 milioni, erano 434 al 30 giugno dell’anno prima. Bene il cloud computing,le cui entrate crescono del 96% a 359 milioni di dollari, con i clienti in crescita del 75% a 1,01 milioni di unità. Il comparto digital media e intrattenimento vede i ricavi registrare un +30%, con 466 milioni di consumatori attivi.

“Alibaba ha avuto un inizio forte per l’anno fiscale 2018, che riflette la forza e la diversità dei nostri business e il valore che diamo ai clienti sulle nostre piattaforme”, afferma il ceo Daniel Zhang.

“E’ nostra intenzione continuare a investire in opportunità di crescita a lungo termine, alcune delle quali stanno già portando un valore significativo a clienti e investitori”, aggiunge Maggie Wu, chief financial officer del gruppo.

A spingere è il cibo. Sono quasi 1 miliardo i click nel Dragone con cui ogni giorno vengono comprati prodotti online. Un trend spinto in particolare dall’acquisto di prodotti alimentari, la nuova frontiera dell’e-commerce cinese. Tra il 2012 e il 2016, il valore del mercato cinese di cibi freschi in questo canale è cresciuto da 580 milioni di dollari a quasi 13,2 miliardi, registrando una crescita dell’80% solo l’anno scorso, stando all’analisi del China international electronic Centre (Ciecc). E il valore di mercato, a fine 2017, dovrebbe toccare quota 21,9 miliardi di dollari.

Il meglio deve ancora venire?

Se è vero che i numeri sono già molto positivi, è  anche vero che non è certo un punto di arrivo per il gigante dell’e-commerce. Il futuro di Alibaba è roseo: per l’anno fiscale 2018, infatti, il gruppo dovrebbe registrare un fatturato in crescita a doppia cifra, compreso nella forbice tra il +45 e il +49%. Almeno secondo le previsioni fatte in occasione dell’investor day nel quartier generale del gruppo, ad Haangzhou, dalla Chief financial officer del colosso cinese dell’e-commerce, Maggie Wu. I ricavi dovrebbero a questo punto toccare quota 34,3 miliardi di dollari, rispetto ai 31,42 previsti dagli analisti.

Alibaba prova a conquistare l’India

Un futuro roseo sarà deciso anche dagli investimenti fatti in India. E’ qui che il colosso cinese ha deciso di investire 200.000.000 $ in Paytm E-commerce Pvt, società figlia della startup indiana Paytm, fondata da Vijay Shekhar Sharma e che offre soluzioni payment ed eCommerce. Grazie all’investimento di Alibaba e di SAIF Partners, la Paytm E-commerce Pvt ora vale 1,1 miliardi di dollari.

La scelta di Alibaba è frutto di una strategia ben precisa: il gigante cinese intende conquistare il mercato dell’e-commerce, oggi dominato, come scrive Bloomberg, da Amazon.com Inc. e Flipkart online Services Pvt.

Proprio Amazon.com Inc. e Flipkart stanno investendo importanti somme di denaro per migliorare i loro servizi di consegna e cercano di fidelizzare l’utente con sconti e promozioni sempre nuovi. Fino ad oggi, Alibaba, uno dei colossi del settore e-commerce, è stata una vetrina dei prodotti europei ed americani in Cina.

AlibabaMa il gruppo di e-commerce ha la necessità, ora che l’economia cinese sta rallentando (il Pil 2016 dovrebbe essere +6,4%, secondo le stime Bloomberg, la crescita più bassa dal 1990), di trovare nuove fonti di reddito, nuovi mercati.Alibaba vorrebbe che almeno la metà delle vendite provenissero da Paesi che non siano la Cina, entro il 2025. E allora, dopo aver puntato sugli Stati Uniti, promettendo a Trump di creare 1 milione di nuovi posti di lavoro in America, il colosso scegli di scommettere sull’India.

Investendo in Paytm E-commerce Pvt, Jack Ma, numero uno di Alibaba, prova ad essere un intermediario tra la moda occidentale e i Paesi Asiatici. L’India è terreno fertile per lo sviluppo dell’e-commerce: cresce la digitalizzazione e cresce l’economia.

“L’India è un importante mercato emergente con un grande potenziale. Siamo impegnati a lavorare con i partner locali, con l’obiettivo di sviluppare a lungo termine un business sostenibile “, ha dichiarato Alibaba.

 

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati