Advertisement skip to Main Content

Mercedes Chrysler

Tutti i richiami di Mercedes e Chrysler, cosa sta succedendo

Dall'inizio dell'anno Chrysler ha richiamato oltre 663.000 veicoli, mentre Mercedes ne ha richiamati 281.000

Richiami importanti per Mercedes-Benz e Chrysler che riguardano complessivamente più di 150.000 veicoli. La Casa di Stoccarda ha dichiarato di dover richiamare 116.020 veicoli a causa di un collegamento elettrico che potrebbe risultare allentato sotto il sedile del passeggero.

IL DIFETTO

Secondo i documenti depositati mercoledì presso la National Highway Traffic Safety Administration (NHTSA), l’ente federale che vigila sulla sicurezza delle strade statunitensi, il difetto potrebbe causare un surriscaldamento e costituire un possibile principio di incendio.

I MODELLI RICHIAMATI

Il difetto riguarda modelli prodotti dal 2019 al 2024. Si tratta di: AMG GLE53, AMG GLE63 S, AMG GLS63, GLE350, GLE450, GLE580, GLS450, GLS580 e GLS600. In questo periodo Mercedes sta informando i concessionari, mentre i proprietari saranno avvisati entro il 14 maggio affinché portino la vettura nei centri autorizzati dove verrà effettuato il controllo e, nel caso, la sostituzione del componente.

TUTTI I RICHIAMI DI MERCEDES

Si tratta del quarto richiamo nelle ultime settimane per Mercedes. Il principale per portata è stato diramato a 250mila veicoli il 20 febbraio scorso, dovuto a fusibili difettosi. La Casa di Stoccarda soltanto un mese fa ha richiamato più di 105.000 veicoli GLE e GLS a causa di una trasmissione difettosa, che potrebbe non scalare completamente le marce in determinate condizioni mandando in stallo il motore e aumentando il rischio di incidenti. Un altro richiamo, che ha riguardato quasi 32.000 veicoli, aveva a oggetto un fusibile difettoso che poteva causare un’improvvisa perdita di potenza di guida.

Richiami in atto pure per Chrysler che dovrà visionare 38.100 veicoli negli Stati Uniti a causa dell’airbag lato guida che potrebbe non funzionare correttamente, col rischio di non attivarsi. “Il modulo di controllo del piantone dello sterzo potrebbe non essere saldato correttamente, il che potrebbe impedire all’airbag del conducente di attivarsi in caso di incidente”, aumentando il rischio di lesioni, ha dichiarato l’azienda di Auburn Hills, Michigan, del Gruppo Stellantis.

I MODELLI RICHIAMATI DA CHRYSLER

Il richiamo riguarda alcuni modelli dal 2023 al 2024, compresi i modelli Ram, Jeep e Chrysler, Jeep Wrangler, Wagoneer e Ram 3500 e 2500. I proprietari riceveranno le lettere a partire dal 3 maggio e i concessionari qualificati ispezioneranno e sostituiranno le parti, se necessario.

Altri 1.831 veicoli Jeep Wrangler con guida a destra del 2016 sono stati richiamati a causa di parti che potrebbero guastarsi e impedire il dispiegamento degli airbag. I proprietari saranno informati il 3 maggio e potranno far sostituire gratuitamente le parti interessate presso un concessionario qualificato.

Come per Mercedes, anche questo non è il solo problema per Chrysler che è stata costretta a presentare un avviso di richiamo per 36.093 modelli dall’anno 2023 al 2024 di Dodge Hornet e Alfa Romeo Tonale a causa di una targhetta per pneumatici non conforme. Dall’inizio dell’anno, Chrysler ha richiamato oltre 663.000 veicoli, mentre Mercedes ne ha richiamati 281.000, secondo l’NHTSA.
In questa singolare classifica, Ford Motor Co. primeggia: la casa automobilistica di Detroit ha richiamato più di 2,1 milioni di veicoli negli ultimi tre mesi.

Back To Top