Mobilità, Mobilità elettrica

Tesla sbanda in Cina e abbassa i prezzi

di

Tesla

A causa dei dazi, Tesla non decolla nel mercato cinese e sceglie di tagliare i prezzi

Tesla tende la mano a Pechino. Meglio, Tesla prova a correre ai ripari per provare a conquistare quello che, almeno secondo i requisiti, dovrebbe essere il mercato più promettente degli anni a venire. Soprattutto se si guarda al segmento dell’elettrico: la casa americana, dopo aver aumentato i prezzi nel mese di luglio a causa della guerra commerciale tra Usa e Cina, ha deciso di fare un passo indietro e tagliare i prezzi delle Model X e Model S.

TAGLI DAL 12% AL 26%

Il gruppo fondato e guidato da Elon Musk e presieduto (da pochi giorni) da Robyn Denholm, spiega Fortune, taglierà i prezzi dei due modelli tra il 12-26% per rendere le auto più economiche sul mercato. Questo, ovviamente, si tradurrà in un guadagno minore per Tesla.

“Stiamo assorbendo una parte significativa della tariffa per contribuire a rendere le nostre automobili più convenienti per i clienti in Cina”, ha dichiarato Tesla a Reuters.

IL PROBLEMA DAZI

Ad oggi, Tesla importa tutte le sue auto per il mercato cinese ed è fortemente penalizzata dai dazi imposti dalla Cina sui modelli che arrivano da Washington.

Per ovviare a tutto questo, la casa americana è pronta a costruire una gigafactory sul posto: l’azienda ha acquistato un lotto di terreno a Lingang, vicino a Shanghai, e l’impianto dovrebbe produrre veicoli entro pochi anni.

UN MERCATO COMPETITIVO

C’è da dire che non sarà comunque facile per Tesla conquistare il mercato asiatico, dazi a parte. In Cina, infatti, esiste un fiorente mercato dei veicoli elettrici: “Il problema di Tesla è che deve competere in un mercato in cui c’è molta offerta di veicoli elettrici, che spesso hanno prezzi più bassi”, ha spiegato Bill Russo, fondatore della società di consulenza Automobility.

APP Intesa Sanpaolo Mobile

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati