skip to Main Content

Perché Stellantis compra l’americana First Investors Financial Services

Stellantis Mercedes

Stellantis finora era l’unico gruppo tra quelli attivi negli Stati Uniti a non avere una società finanziaria di proprietà. Che cosa cambia con l’operazione First Investors Financial Services

Stellantis disporrà a breve di una propria società finanziaria negli Stati Uniti, in modo da sostenere le vendite senza dover ricorrere a partner esterni e capitalizzare pienamente la sua posizione di mercato. Senza dimenticare un altro obiettivo: creare valore per i propri azionisti nel lungo termine.

Il gruppo automobilistico ha comunicato di aver stipulato un accordo definitivo per l’acquisizione di FIFS Holdings Corp., capofila di First Investors Financial Services Group, società di finanziamento auto indipendente operativa negli Stati Uniti d’America.

CHE COSA FARA’ STELLANTIS CON FIRST

La transazione, regolata interamente per contanti, ha un valore di circa 285 milioni di dollari, quest’ultimo è soggetta a rettifica legata alla chiusura di bilancio ed all’esercizio di alcune opzioni.

L’operazione dovrebbe finalizzarsi entro la fine del 2021 ed è soggetta alle abituali condizioni ed approvazioni normative.

Stellantis è l’unico grande costruttore che opera attualmente negli Stati Uniti senza una società finanziaria di proprietà.

L’operazione conclusa contribuisce a migliorare in maniera significativa l’esperienza legata alla proprietà della vettura ed ai servizi di connettività per i clienti che acquistano i veicoli Jeep, Ram, Dodge, Chrysler, Fiat e Alfa Romeo. Offrirà inoltre a Stellantis future opportunità di sviluppo di nuove strategie di business.

L’IMPORTANZA DI UNA FINANZIARIA CAPTIVE

Le strategie dei costruttori automobilistici includono ormai già da tempo la proposizione al cliente di servizi finanziari e assicurativi, che da un lato favoriscono i processi di vendita e dall’altro aumentano i profitti, slegandoli dal solo “ferro” del veicolo. Ford e General Motors possiedono finanziarie interne (definite “captive”) dalle quali deriva circa il 10% dei ricavi. Stellantis finora ha sfruttato l’accordo con Santander (firmato nel 2013 e in scadenza nel 2023 che probabilmente non verrà rinnovato) dal quale estrae ricavi pari all’1% del totale. Per comprendere meglio la portata del business dei finanziamenti auto basta dire che nel 2020 circa l’88% delle vendite retail di Stellantis negli Stati Uniti sono state realizzate tramite finanziamenti o leasing.

Sergio Marchionne lo aveva capito e già nel 2018 aveva ipotizzato un cambio di strategia, ipotizzando o l’assunzione del controllo della collaborazione con Santander o la costituzione di una nuova società finanziaria captive. Avere una finanziaria captive non solo aumenta i profitti, ma permette di modulare servizi finanziari molto più aderenti alle caratteristiche dei prodotti. Con l’innegabile vantaggio di fornire prodotti “su misura” e di calibrare l’equity delle formule incentrate sul Trade Circle Management (TCM): pianificare il cambio della vettura secondo un ciclo breve di sostituzione, ogni 2 o 3 anni, offrendo al cliente un valore futuro garantito del veicolo e alla rete di concessionari un parco usato fresco costantemente rifornito.

TAVARES (STELLANTIS): “UNA PIETRA MILIARE NELLA STRATEGIA STELLANTIS”

Carlos Tavares, CEO di Stellantis, ha dichiarato: “Questa transazione segna una pietra miliare nella strategia di finanziamento delle vendite di Stellantis in un mercato strategico come gli Stati Uniti. First Investors ha un’eccezionale piattaforma finanziaria e operativa, sostenuta da un forte team di gestione, con una vasta esperienza nel campo del finanziamento automobilistico. La proprietà di una società finanziaria negli Stati Uniti è un’opportunità che permetterà a Stellantis di sviluppare nel breve-medio termine a favore dei nostri clienti e concessionari una gamma completa di prodotti finanziari, tra cui prestiti al dettaglio e leasing e finanziamenti alla rete.

MOORE (FIRST INVESTOR): “STABILITÀ DI LUNGO PERIODO PER LA NOSTRA AZIENDA”

Tommy Moore, Jr, Presidente e CEO di First Investors, ha osservato: “Siamo entusiasti di unirci al team di Stellantis. Entrare a far parte di Stellantis fornisce una stabilità di lungo termine per la nostra azienda ed i nostri dipendenti. Crediamo che sotto la nuova proprietà, ci siano significative opportunità di crescita per First Investors, espandendo la nostra offerta di prodotti per sostenere la crescita delle vendite di auto di Stellantis. Il team di gestione di First Investors è pienamente impegnato a garantire un’integrazione rapida e fluida nel Gruppo. Nel frattempo, manteniamo l’impegno a continuare ad offrire i nostri prestiti e servizi alla nostra rete di concessionari ed agli attuali partner commerciali”.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore