Mobilità

Popmove, tutti i conti della società per gli app-scambisti di auto

di

Popmove

Uomini, conti e società dietro il lancio pubblicitario “Cercasi scambisti” (di auto)

Si definisce il primo social mobility network. E’ Popmove, “la community certificata e garantita in cui puoi condividere la tua auto quando non la usi, e cercarne una quando ne hai bisogno”, si legge sul sito.

COME SI MUOVERA’ POPMOVE

Roma è la prima città italiana a sperimentare Popmove, un social mobility network – ha scritto Il Giornale – nato dalla collaborazione tra la società di autonoleggio, la Ald Automotive, e la start up italiana Hurry. L’idea è quella di mutuare il concetto di car sharing rendendolo praticabile tra privati.

LE SOCIETA’ DIETRO L’APP

La società Hurry è nata nel 2013. Amministratore delegato è Riccardo Pingiori, presidente è Alberto Maria Cassone. Il valore della produzione – secondo l’ultimo bilancio depositato, quello del 2017 – è stato di 4,6 milioni di euro. L’utile è stato pari a 1,2 milioni di euro.

I NUMERI DI HURRY

Con il 55%, Hurry è controllata da Digital Company srl, a sua volta controllata da un trust, amministrata da un commercialista di Civitanova Marche. Digital ha solo partecipazioni finanziarie e nel 2017 ha chiuso con un utile di mezzo milione di euro.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati