Mobilità

Bonus vacanze? Non prendiamo in giro il turismo: è bonus Maria Antonietta

di

Fca

Chiamatelo bonus Maria Antonietta, non bonus vacanze. Ecco perché. Il post di Enrico Zanetti, tributarista ed ex viceministro alle Finanze

Trovo francamente sconcertante che si vada in giro a dire che per il turismo sono stati messi 4 miliardi, quando 2,4 miliardi sarebbero relativi a un bonus vacanze di cui possono fruire solo famiglie con ISEE fino a 40.000 euro cui gli operatori dovranno anticipare l’80% del bonus sotto forma di sconto sul corrispettivo.

A parte che la quantificazione di 2,4 miliardi per una misura simile fa il paio con quelle a suo tempo fatte su reddito di cittadinanza e Quota 100 (con la differenza che questa volta scoprire tra alcuni mesi che non abbiano speso 1-1,5 miliardi, che potevano essere messi altrove oggi, non sarà certo motivo di applausi, ma di insulti), si abbia almeno la decenza di non mettere in conto al settore turistico il saldo finanziario di una norma che, costruita con l’ISEE, è semmai una misura di sostegno sociale ai nuclei familiari con limitata capacità di spesa.

Quando vuoi sostenere la domanda di un settore, come da vent’anni si fa con l’edilizia, non metti l’ISEE, perché i primi che vuoi coinvolgere sono quelli che possono spendere a favore di quel settore.

Non ci sono 4 miliardi per il turismo nel decreto Rilancio.

Questa è una misura di sostegno sociale, anche se mirata a sostenere l’acquisto di brioche anziché di pane.

Chiamatelo bonus Maria Antonietta, non bonus vacanze.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati