skip to Main Content

La Russia consegnerà i caccia Su-35 all’Iran

Caccia Iran

Si rafforza la collaborazione tra Russia e Iran nella difesa: a marzo saranno consegnati i caccia Su-35 russi a Teheran

L’Iran riceverà i caccia russi Su-35 in 3 mesi.

Shahriar Heidari, un membro del Comitato per la sicurezza nazionale del parlamento di Teheran, ha dichiarato all’agenzia di stampa Tasnim che i jet arriveranno in Iran nel prossimo anno iraniano, che inizia il 21 marzo.

D’altronde, la collaborazione con Mosca “nel campo della difesa non è nuova” aveva sottolineato l’ambasciatore iraniano in Italia, Mohammad Reza Sabouri, nella sua prima conferenza stampa dopo la presentazione delle lettere credenziali al presidente Sergio Mattarella la scorsa settimana.

L’Iran ha sviluppato legami più stretti con la Russia dalla sua invasione dell’Ucraina e ha fornito a Mosca droni militari per la sua guerra, provocando sanzioni più severe e pesanti condanne da parte degli Stati Uniti e dell’Unione Europea, segnala Bloomberg. Prima dell’inizio della guerra in Ucraina, Teheran “aveva fornito un numero esiguo di droni ai russi, ma tali velivoli non hanno nulla a che fare con notizie di aeromobili senza pilota abbattuti da forze ucraine” ha specificato il diplomatico iraniano a Roma. Tesi contraddetta dalle autorità ucraine e dall’intelligence americana che sostengono piuttosto che i droni di fabbricazione iraniana forniti alla Russia abbiano svolto un “ruolo centrale” negli attacchi  in Ucraina.

Tornando alla fornitura di caccia russi, Heydari non ha specificato il numero di velivoli ordinati. Secondo i resoconti dei media, l’Iran riceverà 24 caccia di quarta generazione bimotore altamente manovrabili che saranno utilizzati principalmente per missioni di superiorità aerea.

Tutti i dettagli.

IN ARRIVO I CACCIA RUSSI IN IRAN

Heidari ha aggiunto che altri sistemi d’arma russi arriveranno in Iran nel prossimo futuro. Il Sukhoi Su-35 è un velivolo monoposto, bimotore, altamente manovrabile.  Alcuni dei caccia dovrebbero essere dislocati presso la base aerea tattica (TAB) 8 dell’aeronautica della Repubblica islamica dell’Iran (IRIAF), situata nella città di Isfahan, nell’Iran centrale.

L’Iran non ha acquisito alcun nuovo caccia da combattimento negli ultimi anni, ad eccezione di alcuni caccia russi MiG-29 Fulcrum acquistati negli anni ’90.

SI RAFFORZA LA COLLABORAZIONE NELLA DIFESA TRA MOSCA E TEHERAN

Negli ultimi mesi Iran e Russia hanno siglato importanti accordi per rafforzare la loro cooperazione economica, commerciale, energetica e militare.

L’IRAN HA FORNITO DRONI ALLA RUSSIA

E di recente Teheran ha ammesso di aver fornito droni alla Russia, ma ha affermato che la transazione è avvenuta prima dell’inizio della guerra in Ucraina.

“L’Iran non è né con l’Est né con l’Ovest – e non è uno slogan” ha precisato il diplomatico iraniano a Roma. “Per quanto riguarda la guerra in Ucraina ribadisco che siamo contrari alla guerra. Ci siamo resi disponibili per mediare tra le due parti”. Sulla collaborazione militare con Mosca ha poi affermato: “la collaborazione con Mosca nel campo della difesa non è nuova, prima dell’inizio della guerra Teheran ha fornito alla Russia un numero esiguo di droni ma non c’entrano niente con i droni di cui si parla tutti i giorni in Ucraina. Abbiamo protestato con Mosca sull’uso dei nostri droni in Ucraina e loro hanno smentito l’utilizzo” ha aggiunto Mohammad Reza Sabouri in conferenza stampa.

I TIMORI STATUNITENSI

Da ottobre gli Stati Uniti sostengono che le prove in loro possesso dimostravano che le truppe iraniane assistevano la Russia con attacchi di droni in Ucraina.

Sullivan ha aggiunto che gli Stati Uniti e le nazioni europee hanno sanzionato i produttori iraniani dei droni per “rendere queste transazioni più difficili”. Tuttavia, ha riconosciuto che impedirle completamente sarebbe “una sfida”.

Due settimane fa l’amministrazione Biden ha annunciato una serie di nuove sanzioni e misure aggiuntive contro il settore dell’aviazione e della difesa dell’Iran. Così Washington alza la posta nella sua campagna contro Teheran per aver fornito a Mosca armi per la sua guerra contro l’Ucraina. “L’Iran è ora diventato il principale sostenitore militare della Russia”, ha dichiarato il segretario di Stato americano Tony Blinken.

All’inizio di dicembre la Central Intelligence Agency (Cia) ha sostenuto che la Russia sta cercando di aiutare l’Iran. “Quello che sta cominciando ad emergere è almeno l’inizio di una vera e propria partnership di difesa tra Russia e Iran, con gli iraniani che forniscono droni ai russi, che stanno uccidendo civili ucraini mentre parliamo oggi”, aveva dichiarato in un’intervista con PBS il capo della Cia William Burns, come riporta Times of Israel.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie da EnergiaOltre!

Errore

Back To Top
 

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie da EnergiaOltre!

Errore