skip to Main Content

Klein Vision, tutto sulla società slovacca delle auto volanti

Klein Vision

Soci, vertici e affari della società slovacca Klein Vision che ha costruito il prototipo di Aircar che ha effettuato il suo primo volo interurbano in Slovacchia

 

Le auto volanti sono realtà. Quantomeno lo è AirCar, un prototipo di automobile in grado di raggiungere i 2500 metri di altezza e i 160 km/h e che lunedì scorso ha effettuato il suo primo volo interurbano in Slovacchia. Partita — anzi, decollata — dall’aeroporto di Nitra (90 km a est di Bratislava), dopo l’atterraggio il veicolo, in soli tre minuti, si è trasformato in un’auto sportiva ed è arrivata nel centro della capitale slovacca.

L’AirCar Prototype 1, che ha un motore a elica fissa da 160 cavalli, è nata da un progetto del professor Stefan Klein ed è stata sviluppata dalla società slovacca KleinVision. Nel video la si vede sfrecciare su una pista prima di librarsi in volo. Poi atterra, spiega le ali e percorre un’autostrada per arrivare nel cuore della capitale slovacca.

Secondo KleinVision il volo di 35 minuti da Nitra a Bratislava è stata “una pietra miliare dello sviluppo e si avvicina alla produzione”. Gli sviluppatori hanno aggiunto che l’AirCar, avendo completato più di 40 ore di voli di prova, sarebbe una soluzione ideale per viaggi di piacere e a guida autonoma o come taxi commerciale.

Dopo essere uscito dalla cabina di pilotaggio dell’AirCar, il professor Klein ha dichiarato che “questo volo dà inizio a una nuova era di veicoli a doppio trasporto; apre una nuova categoria di trasporto e restituisce all’individuo la libertà originariamente attribuita alle automobili”. Il co-fondatore di KleinVision, Anton Zajac, ha aggiunto che “AirCar non è più solo una prova di concetto: volando a 2.500 metri a una velocità di 160 chilometri all’ora, ha trasformato la fantascienza in realtà”.

KLEIN VISION, COM’È NATA L’AZIENDA DELLE AUTO VOLANTI

L’azienda Klein Vision è stata fondata da Stefan Klein, che ha dedicato gli ultimi vent’anni della sua vita a trasformare il suo sogno di un’auto volante in realtà. Dopo essersi laureato alla Slovak University of Technology nel 1983, Klein ha studiato alla Academy of Fine Arts and Design (AFAD) – di cui è diventato capo del dipartimento per i trasporti e il design – e all’École des Beaux Arts et Design di Saint Étienne.

Come si legge sul sito ufficiale Klein Vision, la sua fortissima passione per il volo lo porta, nel 2010, a fondare con il fratello ed alcuni amici stretti la compagnia aerea di charter AirExplore, con cui accumula oltre 1.200 ore di volo su un aereo a motore, oltre 3.000 ore di volo su un aliante e centinaia di ore come pilota collaudatore.

Nel 2011 Klein fonda la società Aeromobil, per cui progetta e costruisce diversi prototipi di veicoli. Il primo di questi, “AeroMobil I”, consisteva di 4 superfici portanti con un design ad alette canard.

Nel 2016 lascia AeroMobil e nel 2017, insieme al suo amico e imprenditore Anton Zajac, fonda KleinVision, dedicandosi alla ricerca applicata e al design. Il progetto AirCar è stato sviluppato in KleinVision dal 2017 e rappresenta una nuovissima tecnologia con 12 brevetti che tutelano un modo nuovo e unico di trasformazione da automobile ad aereo e viceversa.

Klein è inoltre responsabile di progetti di ricerca innovativi in collaborazione con Audi, Volkswagen e BMW.

AIRCAR, FUNZIONAMENTO E USCITA SUL MERCATO

AirCar ha due ali che si dispiegano e un’elica singola nella parte posteriore: quando il veicolo è in strada le ali si ripiegano, con l’auto che occupa quindi lo spazio di un normale parcheggio. Gli sviluppatori hanno spiegato che il veicolo è progettato in modo che la stabilità e il controllo siano accessibili a qualsiasi pilota, senza una formazione specialistica.

Una volta che tutti i test di volo previsti dalla legge saranno ultimati, sul veicolo potrebbe essere installato un motore più potente e, nelle idee dell’azienda, AirCar potrebbe essere commercializzata entro i prossimi 12 mesi. Il modello di pre-produzione, denominato “AirCar Prototype 2”, monterà un motore da 300 cavalli e dovrebbe avere una velocità di crociera di 300 km/h e un’autonomia di 1.000 km.

 

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore