Mobilità

Ecco perché sono aumentati i prezzi dei Frecciarossa. Parola di Trenitalia (Ferrovie)

di

fs

Che cosa dice il gruppo Trenitalia dopo le segnalazioni dei lettori di Start Magazine sull’incremento del costo dei biglietti sulla tratta Roma-Milano e non solo

Gli aumenti dei biglietti dei treni Frecciarossa ci sono stati, ma si tratta di incrementi di lieve entità. Parola di Trenitalia, controllata di Ferrovie Italiane (che è a sua volta controllata dal ministero dell’Economia).

Dunque i prezzi dei biglietti sono effettivamente lievitati, come da giorni segnalavano alcuni lettori a Start Magazine in particolare sulla tratta Roma-Milano.

GLI AUMENTI

“Gli aumenti del costo dei biglietti delle frecce ci sono stati, ma sono piccoli e fisiologici, relativi ai servizi offerti. Sulla tratta Milano-Roma, per esempio, l’aumento varia tra il 2% e il 4%. Guardando alla tariffa base, per i livelli standard e premium della tratta Roma-Milano l’aumento è pari a 3 euro, mentre per i livelli business ed executive l’aumento è pari a 5 euro. Chi viaggia da Roma a Firenze vedrà un aumento più piccolo, in proporzione. Si tratta di aumenti periodici: le Frecce, a differenza dei regionali, vivono del solo costo dei biglietti. Entra quindi in gioco la sostenibilità economica del business aziendale”, spiegano da Trenitalia a Start Magazine.

LE PROMOZIONI

Secondo la società, gli aumenti sono controbilanciati dalle promozioni: “Per i nostri viaggiatori, però, restano le promozioni. Oltre a quelle già in corso da mesi, per i mesi estivi si aggiunge Carta Freccia Estate, che permette uno sconto del 50% a tutti coloro che sono possessori di carta freccia. Ovviamente chi prenota prima ha più possibilità di usufruire delle promozioni e scegliere orari e posti più comodi”.

AUMENTI: RESTANO FUORI GLI ABBONAMENTI

“E poi, ci sono gli abbonamenti, che siamo gli unici a proporre in regime di concorrenza, che non sono interessati dagli aumenti – aggiunge il gruppo – I pendolari delle tratte Roma-Napoli o Torino-Milano, per esempio, non vedono ritoccarsi il costo degli abbonamento”.

E GLI AUMENTI?

Manager e professionisti, a Start Magazine, avevano anche segnalato un aumento dei tempi di percorrenza sulla tratta Roma-Milano. “E’ una questione circoscritta alla tratta ad alta velocità Bologna-Firenze – sottolinea Rete Ferroviaria Italiana  – Domenica 9 giugno sono iniziati dei lavori di manutenzione che, nella sola direzione Sud, portano a tempi dilatati di 8 minuti, anche per i treni Italo. Si tratta di lavori necessari a 10 anni dal debutto dell’alta velocità”.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati